Mudec – Museo delle Culture

Oggi, 28 ottobre, apre ufficialmente al pubblico il Mudec, il Museo delle Culture di Milano. Dopo 14 anni di gestazione, e dopo una prima apertura a marzo fatta in preparazione a Expo Milano 2015, apre la culla che ospiterà i capolavori delle Civiche Raccolte Etnografiche del Comune di Milano insieme a mostre temporanee dedicate al multiculturalismo, alla città e alle sue culture.

Già prima dell’inaugurazione, il museo ha fatto molto discutere. Nel 2001, infatti, l’archistar David Chipperfield vince il concorso per recuperare l’area dell’ex Fabbrica Ansaldo in zona Tortona ma nei primi mesi del 2015 scoppia la polemica riguardo la ristrutturazione dell’intera pavimentazione non conforme con il progetto e, di conseguenza, Chipperfield non riconosce la paternità del museo tranne che per il Bistrot, che è stato rinnovato secondo il progetto in vista dell’inaugurazione istituzionale di ieri.

Ma il Mudec è molto di più: è una realtà museale innovativa perché è la prima in cui pubblico e privato si uniscono e lavorano insieme per raggiungere l’obiettivo comune di diventare il centro culturale nevralgico all’insegna dell’apertura e del dialogo con le diverse culture del mondo in continua relazione con l’arte.
Il privato in partnership con il Comune di Milano, e per i prossimi 12 anni, è 24Ore Cultura del Gruppo 24 Ore che non solo gestisce i progetti espositivi ma, in collaborazione con la Business School ed Eventi del Sole 24 Ore, ha creato una nuova sede per i Master dedicati alla cultura, all’arte, alla moda, al turismo e al food: la Mudec Academy, proprio di fronte all’ingresso del Museo. Per gli studenti, una grande possibilità di vivere a stretto contatto con un’istituzione museale inedita ed innovativa nel panorama italiano.

In questa sezione del blog si andranno a scoprire sia i professionisti che gestiscono e lavorano nel e per il museo, iniziando con Stefania Coltro, responsabile della comunicazione e dell’ufficio stampa del Mudec e Simona Serini, Responsabile Mudec, sia l’opinione del visitatori che fruiranno degli spazi del museo.

Clara Tosetti
Partecipante all’8° Master in Economia e Management dell’Arte e dei Beni Culturali, Milano