Pietrasanta, la città del marmo e degli artisti

di Davide Simonelli

Che cos’è diventata Pietrasanta per il mondo dell’arte?

Conosciuta come “la piccola Atene italiana” e chiamata da molti affettuosamente “Pietra”, è oggi una città vivissima in cui si può respirare l’arte in tutte le sue sfaccettature.

La suggestiva cittadina toscana, che vive tra i monti e il mare, è ricca di storia e di bellezze naturali. Ma in particolare il suo nome è legato, grazie ad un connubio secolare, all’arte.

È la tradizione dell’estrazione del marmo dalle vicine Alpi Apuane ad aver fatto di Pietrasanta il luogo prediletto dagli artisti fin dal XIV secolo. Proprio qui, nel Cinquecento, Michelangelo passeggiava spesso per la piazza e venne a firmare i contratti per i marmi fatti cavare per le sue straordinarie sculture.

A partire dagli anni ’60 Pietrasanta è poi diventata meta di artisti, soprattutto scultori, italiani e stranieri, più o meno famosi, che arrivavano qui sapendo di trovare non solo i materiali migliori in marmo, ma anche le maestranze artigiane più rinomate.

Fino a qualche decennio fa l’atmosfera in città era completamente diversa. 

“Nel 1990 c’erano solo tre ristoranti, nessuna galleria, un albergo, nessun bed&breakfast. Si parcheggiava in piazza Duomo e al bar Michelangelo c’erano soltanto gli scultori impolverati appena usciti dalle fonderie che bevevano il bersagliere” testimonia Susanna Orlando, fondatrice della Galleria Susanna Orlando e una delle prime a trasferirsi a vivere in città, riconoscendone da subito il potenziale. 

Dal 1995 iniziarono ad aprire le prime gallerie e cambiò tutto: quella Pietrasanta del passato non esiste quasi più. Oggi per il centro storico si incontrano e si ammirano le sculture di Mitoraj e Botero, per citare soltanto i più celebri, e creazioni artistiche di ogni tipo dominano la scena. 

Secondo una recente ricerca di Claudio Francesconi, direttore di Futura Art Gallery e coordinatore dell’ultima Collectors Night, oggi vi sono circa una quarantina di attività suddivise in gallerie e spazi d’arte (26), studi d’artista (7), showroom di arte e design (7). Una vera e propria costellazione artistica formatasi in una cittadina di circa 25 mila anime. È un miracolo e basterebbe forse questo per capire cos’è diventata Pietrasanta.

Anche quest’anno, nonostante i mesi di profonda incertezza, è riuscita a mantenere la sua vitalità.

Quella appena trascorsa è stata un’estate all’insegna di mostre ed eventi culminata con la Collectors Night del 25 luglio scorso. Giunta alla sua quinta edizione, la manifestazione è diventata un appuntamento molto amato dai collezionisti che nel giro di poche ore possono assistere a vernissage e presentazioni ottimizzando il proprio tempo e i propri spostamenti. Le gallerie per l’occasione hanno presentato una ricca programmazione culturale, con nomi di altissimo rilievo.

Si spazia dalle monumentali sculture di Fabio Viale in Piazza del Duomo alle opere realizzate dai grandi artisti del ‘900, come Alighiero Boetti, Mimmo Paladino, Mario Schifano, Gino de Dominicis, alle personali di Lorenzo Malfatti e Sergi Barnils.

Si sono raccolte le proposte espositive di otto gallerie d’eccellenza nel panorama italiano, tutte iscritte all’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea: Accesso Galleria, Antonia Jannone – Disegni di Architettura, Barbara Paci Galleria d’Arte, Futura Art Gallery, Galleria Giovanni Bonelli, Galleria Poggiali, Marcorossi Arte Contemporanea e Susanna Orlando Galleria.

L’evento nell’immediato futuro potrebbe prevedere un ulteriore ampliamento coinvolgendo la città a 360 gradi.

“Già quest’anno”, ci spiega ancora Francesconi, ”le altre attività cittadine ci hanno seguito. I ristoranti, gli atelier, i negozi hanno adattato la propria offerta alla giornata. Il mio sogno sarebbe quello di allargare la lista dei partecipanti, creando un evento che abbia un impatto ancora più importante sulla vita sociale della nostra città, stando però sempre attenti a non perdere la qualità che caratterizza l’edizione”

Nei prossimi mesi si assisterà al passaggio in città di un’altra interessante artista contemporanea, Leelee Chan, conosciuta principalmente per le sculture realizzate con materiali disparati e fresca vincitrice del BMW Art Journey. Si tratta di un viaggio attraverso l’Europa, il Giappone e l’America per apprendere le antiche tecniche artigianali. E Pietrasanta costituirà un’importante tappa di questo viaggio, sicuramente un motivo di grande orgoglio.

Insomma, un luogo baciato dal sole, che ha mandato Forte dei Marmi nel dimenticatoio per quanto riguarda l’arte.

Possiede, inoltre, un lato nascosto silenzioso, ce lo spiega Giovanni Bonelli, che ha aperto qui la seconda sede della sua Galleria Bonelli: “Quello che trovo affascinante è che, oltre a ciò che si vede in piazza o nelle gallerie, a poche centinaia di metri c’è la Pietrasanta nascosta. Grandissimi artisti stanno realizzando le proprie opere d’arte, con le proprie mani, ed è questo che mi ha fatto innamorare della città”.

Passeggiando per Pietrasanta, gli spiriti inquieti dei tanti artisti che sono passati di qui sembrano ancora vagare per le vie della città in un’atmosfera magica in cui l’arte non solo si vede, ma si respira.

In foto:

  • Sara Campesan, Immagine Circolare, 1967, acciaio corten, cm 62x62x8. Courtesy Futura Art Gallery
  • Installation view Truly by Fabio Viale, Pietrasanta 2020, courtesy l’artista e Galleria Poggiali. Photo credit © Nicola Gnesi
  • Alex Rane, Crying Idol, 2020, marmo statuario su Bardiglio, cm 62x14x15, ph. Alex Rane. Courtesy Accesso Galleria
  • Lorenzo Malfatti, Simbiosi II, 2020, tecnica mista su tela, cm 40×40. Ph. Sergio Fortuna. Courtesy Barbara Paci Galleria
  • Mimmo Paladino, Blu, 2009, tecnica mista e collage su tela, cm 60×50. Courtesy Galleria Giovanni Bonelli
  • L’artista Leelee Chan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...