The Blank: l’arte contemporanea in connessione con Bergamo

Nel weekend dal 14 al 17 novembre torna a Bergamo ArtDate, un festival di tre giorni dedicato all’arte contemporanea che coinvolge la città e la provincia, organizzato da The Blank Contemporary Art e ormai giunto alla nona edizione.

The Blank è un’associazione culturale di Bergamo, ben radicata sul territorio, il cui obiettivo è quello di creare un network culturale a servizio della comunità e di connettere istituzioni pubbliche e private, coinvolgendo artisti, collezionisti e aziende. Lavora sul territorio a più livelli: con le persone, per esempio con il progetto LISten Project, in cui rende fruibile, tramite guide specializzate, il patrimonio artistico alle persone con problemi di udito; con gli artisti, come nel caso dell’installazione sonora di Lorenzo Senni, “Canone Infinito”, ideata per il reparto di Terapia Intensiva dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo; con le istituzioni, prime fra tutti il MiBAC, il Comune di Bergamo e la Regione Lombardia. Nel 2018, infatti, The Blank è stato riconosciuto come ente di rilevanza regionale da Regione Lombardia, mentre nel 2019 è stata attivata un’importante intesa con il Comune di Bergamo.

Lorenzo Senni impegnato nel suo studio per l’elaborazione di Canone Infinito @ Piotr Niepsuj

Bergamo è storicamente una città d’arte, in cui il prezioso patrimonio artistico si mescola con un’importante tradizione collezionistica e un’attiva produzione d’arte contemporanea. The Blank Residency, un‘iniziativa nata nel 2011, mira proprio a diffondere la passione e la curiosità della città verso l’arte contemporanea di respiro internazionale, ospitando artisti provenienti da tutto il mondo, sia su invito sia attraverso open call. L’associazione offre ospitalità agli artisti e l’opportunità di mettersi in dialogo con le istituzioni del territorio, con lo scopo di facilitare lo scambio di idee e offrire opportunità di sviluppo professionale. Gli artisti hanno anche la possibilità di incontrare il pubblico, durante la loro residenza, attraverso open studio e conferenze in modo da poter diffondere la conoscenza del proprio lavoro. Le opere nate da queste residenze vengono poi esposte in mostre o presentazioni.  Spesso questi lavori, alla fine del progetto, vengono venduti a collezionisti privati. Il ruolo di The Blank è quello di favorire la transizione senza alcun tipo di guadagno. Lo stesso discorso vale per le opere in vendita sia sul loro sito web sia sulla pagina Facebook: si tratta di collaborazioni speciali con artisti che l’associazione stima, come Andrea Mastrovito, Riccardo Beretta, Stefano Arienti e prossimamente Giuseppe Stampone, a cui chiedono di realizzare lavori specifici o multipli.

Simona Andrioletti, Belvedere, 2017, dettaglio | Filippo Marzocchi, Fast and furious, 2018
@ The Blank

The Blank si mantiene soprattutto tramite bandi e il sostegno della Regione Lombardia e Comune di Bergamo, e in piccola parte da sponsor privati e dall’annuale benefit. Importanti sono anche i rapporti di fiducia intessuti con aziende e realtà locali, come ARTCARE, che si occupa di movimentazioni di opere d’arte e allestimenti, e Intese Grafiche per le pubblicazioni. Anche il rapporto con le istituzioni locali è fondamentale: recentemente The Blank ha collaborato con Accademia Carrara, Bergamo Film Meeting e GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, la quale ha acquisito nella sua collezione un’opera realizzata per l’occasione dagli artisti Eva & Franco Mattes. 

Eva & Franco Mattes, Personal Photographs, 2019, dettaglio @ The Blank 

ArtDate è il progetto più importante dell’associazione, nonché il primo a cui hanno dato origine, ed è una vera e propria “incarnazione” dell’idea di network culturale promossa da The Blank. Il festival vuole far conoscere l’arte contemporanea ad un ampio pubblico non solo di appassionati, attraverso mostre, performance, conferenze, laboratori e progetti speciali. Il tema di quest’anno è ESSERE PARTE/BEING PART OF, con “riferimento all’importanza e all’incidenza del singolo all’interno di un sistema complesso, una riflessione estesa sull’individuo e sulle sfide che si trova ad affrontare”, come riporta il loro programma.

Locandina di ArtDate 2019 @ The Blank

Il festival si svilupperà in più di trenta appuntamenti che coinvolgeranno tutta la città di Bergamo. “Il corpo insensato” è il titolo della grande mostra di apertura presso il Palazzo della Ragione, che esporrà opere di importanti artisti internazionali quali Maurizio Cattelan, Gilbert & George, Anish Kapoor, Barbara Kruger, Mimmo Jodice e Takashi Murakami. 

LISten Project at GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo

Nella cornice del festival non mancheranno le visite guidate in LIS, un tema molto caro a The Blank. LISten Project è un progetto ideato da Sara Tonelli, responsabile dei Servizi Educativi di The Blank, ed Eva Rota, con lo scopo di sensibilizzare e favorire l’accesso al patrimonio artistico delle persone sorde. Con la collaborazione dei dipartimenti educativi di importanti luoghi della cultura, tra cui Accademia Carrara di Bergamo, GAMeC, e Pirelli HangarBicocca, è stato creato uno staff di mediatori con competenze linguistiche in Lingua dei Segni Italiana ed esperti di arte contemporanea, in grado di creare e condurre visite guidate e workshop. L’obiettivo di The Blank è quello di arrivare a quante più istituzioni culturali possibili, in modo da sensibilizzare maggiormente sull’argomento.

In copertina: LISten Project a Pirelli Hangar Bicocca @ The Blank

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...