FONDAZIONE GOLINELLI AD ARTE FIERA: ARTE E SCIENZA, IL NOSTRO FUTURO

Michela di Meola

Grazie al nuovo progetto Micro Macro della Fondazione Golinelli si può esplorare il micro mondo di una goccia d’acqua che si trasforma in una realtà molto più vasta rispetto a quella che potremmo vedere ad occhio nudo.

Micro Macro è stato presentato in occasione di Arte Fiera di Bologna 2019 (31 gennaio-3 febbraio) e ideato dalla Fondazione Golinelli, nata in Italia nel 1988 per volontà di Marino Golinelli, imprenditore e filantropo laureato in farmacia. Nel 2015 Fondazione Golinelli inaugura l’Opificio, ecosistema aperto sorto grazie alla riqualificazione di uno spazio industriale, in cui si svolgono attività didattiche, di educazione e formazione.

“Il progetto Micro-Macro è ancora in fase sperimentale ed è stato presentato in anteprima proprio per osservare le sensazioni che questo può suscitare”, hanno spiegato i tutor scientifici. Grazie alle innovative strumentazioni è possibile osservare le traiettorie e i movimenti continui dei microrganismi nella goccia d’acqua che, grazie a un software, generano colori, luci e suoni. Questi a loro volta vengono trasmessi in uno spazio predisposto che utilizza la tecnica del 3D mapping per creare una vera opera d’arte, capace di stimolare tutti i nostri sensi. È qui che avviene la commistione tra arte e scienza, sempre così vicine e inscindibili.

Marino Golinelli ha sempre avuto una visione ottimistica, credendo che arti e scienze possano darci risposte per il futuro. A tal proposito lo abbiamo intervistato per comprendere cosa lo ha spinto a impegnare tutta la vita in attività di ricerca e progresso tecnologico in favore dei giovani.

Tramite i suoi progetti che da sempre coniugano arte e scienza, è riuscito a orientare i bambini verso un percorso artistico e/o scientifico?

Da sempre in Italia organizzo iniziative per far capire che le arti e le scienze stimolano e sostengono la creatività di giovani e bambini. Il percorso creativo inizia fin dai primi mesi di vita del neonato che necessita di essere accompagnato e stimolato continuamente. Nei primi 20 anni infatti avviene l’evoluzione del nostro cervello, delle cellule staminali, dei neuroni e delle sinapsi ed è proprio questa la fase in cui è importante offrire continui stimoli per formare menti attive e creative.

Il progetto Micro-Macro si configura quindi come un’iniziativa concreta dedicata ai giovani che coinvolge docenti e tutor scientifici.

Arte Fiera è una fiera dell’arte destinata ad un pubblico adulto e probabilmente distante dalle sue iniziative scientifiche. Quali sono le ragioni per la quale ha individuato in questo contesto il momento migliore per presentare questo progetto?

Arte Fiera ha scelto di dare spazio al progetto perché ha capito l’importanza di una visione estetica del mondo. Questo è infatti un progetto scientifico che, grazie alle arti, aiuta a scoprire la bellezza della natura.

Come si sostiene la Fondazione?

La Fondazione è privata e si sostiene con i mezzi finanziari derivanti dalla mia impresa. Sono convinto che in quanto imprenditore sia mio compito restituire alla comunità parte del patrimonio accumulato negli anni agendo in modo attivo sul territorio e finanziando progetti utili alla comunità.

Sullo schermo più piccolo si possono osservare varie forme colorate che corrispondono ai movimenti dei microrganismi all'interno della goccia d'acqua. Contemporaneamente viene proiettato il tutto sul grande schermo che, grazie alla tecnica del 3D mapping, crea un'opera d'arte.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...