Il mercato degli orologi: l’immagine che restituiscono le aste degli ultimi mesi.

Gli andamenti delle vendite di orologi che emergono dall’analisi dei risultati d’asta di Christie’s, Sotheby’s e Phillips, per i primi sei mesi dell’anno, forniscono interessanti spunti di riflessione riguardo a questo mercato. Prendendo in esame le sette aste che si sono svolte da Christie’s nelle sedi di Dubai, Ginevra, Hong Kong e New York, ma anche online, si possono desumere diverse informazioni. Se nei primi mesi le aste on line sono state tre, mentre una si è svolta dal 13 al 27 luglio, altre 4 sono previste entro la fine dell’anno. Per le aste tradizionali bisognerà attendere quella del 27 novembre che si terrà ad Hong Kong. Di seguito sono riportati i risultati delle aste di Christie’s tenutesi finora, relativi a sette aste che hanno portato per il momento a un controvalore totale di poco meno di 40 milioni di euro.

Schermata 2017-08-13 alle 18.39.14.png

Per quanto riguarda l’altro colosso delle aste, è stata svolta la stessa analisi prendendo in esame le aste tenute da Sotheby’s nello stesso periodo presso le proprie sedi di Londra (6 luglio e 25 aprile), New York (7 giugno), Ginevra (14 maggio) e Hong Kong (5 aprile). Queste ultime hanno ottenuti i seguenti risultati d’asta, per un controvalore totale pari a circa 20 milioni di euro.

Schermata 2017-08-13 alle 18.34.55.png

A queste seguiranno in risultati delle aste previste rispettivamente per il 19 settembre a Londra e il 12 e 30 novembre a Ginevra.

Infine, le aste di Phillips relative al settore degli orologi tenutesi negli ultimi mesi, solo una ad Hong Kong del 30 maggio ed una a Ginevra del 13 e 14 maggio, restituiscono questi risultati. L’asta di Ginevra ha portato a un controvalore  totale di 32.614.375 franchi (circa € 29.520.900) con 237 lotti portati in asta, di cui 17 invenduti (pari al 6% dei lotti proposti), con un top lot rappresentato da un Rolex “Bao Dai” (appartenuto all’ultimo imperatore del Vietnam Bao Dai), aggiudicato per 5.066.000 franchi (circa € 4.629.800) e che ha stabilito un nuovo record mondiale per un Rolex venduto in asta.

bottom

1) Rolex modello Bao Dai

 

L’asta tenutasi ad Hong Kong il 30 maggio ha realizzato un controvalore totale di HK$106,925,000 (€ 11.962.400), realizzando quindi un controvalore inferiore alla precedente asta tenutasi a Ginevra, con 280 lotti venduti su 349 presentati, e con un invenduto pari al 20%. Resta comunque il controvalore più alto ottenuto in questi ultimi mesi da qualsiasi asta di orologi tenutasi in Asia. Solo due aste di orologi dunque in questi primi mesi del 2017, ma che hanno dato risultati importanti, arrivando da sole a un controvalore di quasi 41 milioni e mezzo. A queste seguiranno le aste programmate rispettivamente a Ginevra per l’11 novembre e, prima ancora, a New York per il 26 ottobre, dopo che nel 2016 si erano svolte aste soltanto ad Hong Kong e Ginevra. Con sole sei aste in totale, di cui tre ad Hong Kong e tre a Ginevra, Phillips aveva concluso il 2016 confermandosi la casa d’aste leader per il settore orologi, con un controvalore totale di oltre 100 milioni di dollari.

Maria Carolina Parmeggiani

 

Photo credits:

  1. https://www.phillips.com/auctions/auction/CH080117/filter/Price=%2B118750/sort/priced

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...