Sam Pulitzer vince il Baloise Art Prize 2017

Il premio Baloise Art è stato assegnato a Sam Pulitzer dagli USA e a Martha Atienza dalle Filippine, presenti nella sezione Statement di Art Basel 2017. Il premio, giunto alla diciannovesima edizione, del valore di CHF 30.000, comprende anche l’acquisizione da parte di Baloise di un gruppo di opere dei vincitori, che verranno donati a due importanti musei in Europa: la Nationalgalerie – Staatliche Museen zu Berlin e il MUDAM, Lussemburgo.

Baloise_ArtPrize_2017_Portrait-Sam-Pulitzer.jpg0

Sam Pulitzer, classe 1984, è l’unico artista all’interno di Statement ad essere esposto da due gallerie: la Real Fine Arts, fondata nel 2008, e la galleria Francesca Pia, attiva dal 1990. Una scelta dettata dal desiderio di aumentare la visibilità dell’artista all’interno di una fiera delle dimensioni di Art Basel, secondo Ben Morgan-Cleveland, cofondatore insieme a Tyler Dobson di Real Fine Arts, galleria con stand dedicato a Pulitzer e con cui lavora dal 2009. La collaborazione con la galleria Francesca Pia, che espone tre opere dell’artista, è invece recente ma continuerà con un’esposizione personale di Pulitzer in autunno.

Lo stand di Real Fine Arts comprende otto opere del costo di 7500 USD l’una e tre installazioni da 150000 USD ciascuna, mentre la galleria Francesca Pia espone tre opere dell’artista.

0.4_2

Ben Morgan-Cleveland, che lavora principalmente con giovani emergenti, si dichiara entusiasta della vincita di Pulitzer, prevedendo una maggiore attenzione da parte degli organi istituzionali verso il lavoro dell’artista. Prima dell’apertura al pubblico di Art Basel sono state vendute un paio di opere ai collezionisti, alcune erano già riservate e il restante è stato venduto durante la fiera. Rimangono ancora in trattativa le istallazioni. Attualmente non dichiara quante e quali opere verranno donate ai musei poiché non ancora concordate con Pulitzer.

01

Ritorna qui a Basilea il tema della grotta-labirinto già introdotta da Pulitzer nel 2014 in “A Colony for ‘Them,”, la sua prima mostra personale istituzionale a New York. Le installazioni nella fiera constano in sette lavori su carta appesi all’interno di tre corridoi con pareti in acrilico trasparente disposti sequenzialmente e chiusi sul lato che si affaccia all’ingresso dello stand. Pulitzer esamina la funzione e il significato del costante flusso di nuove immagini, loghi ed etichette con cui ci confrontiamo ogni giorno, che possono aiutare o ostacolare le relazioni con i nostri simili.

“La verità è che fanno entrambi: ci avvicinano e ci tengono a bada, proprio come i corridoi di Pulitzer impongono la vicinanza ma anche l’isolamento.

Sam Pulitzer ha ricevuto il premio Baloise Art per la precisione, la profondità e la virtuosità dei disegni presentati nella sua installazione.”

Nel 2001 il gruppo Baloise, compagnia assicurativa fondata nel 1863 e già da diversi decenni impegnata nella promozione dell’arte, decide di introdurre il Baloise Art Prize. Il premio, da assegnare ogni anno a due giovani artisti emergenti, è assegnato da una giuria composta da rinomati specialisti d’arte. L’impegno complessivo nella promozione artistica dei vincitori da parte del gruppo Baloise ammonta ogni anno a circa CHF 250000.

 

Photo credits:

1 Baloise Artprize

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...