August Sander ad Art Basel 2017

La fotografia, come espressione artistica, è uno tra i media più diffusi nella 48° edizione di Art Basel. Sono sempre di più le gallerie che decidono di esporre, tra le altre, anche opere di fotografia, come sempre più diffusa è la partecipazione alla fiera di gallerie specializzate esclusivamente in questo medium. Ampiamente rappresentate sono sia opere contemporanee, sia moderne: tra queste ultime spicca il lavoro di August Sander, uno tra i più influenti artisti della fotografia del Novecento, noto soprattutto per la sua serie di ritratti “Uomini del XX secolo”.

 

Questa serie raccoglie oltre 700 fotografie, scattate da Sander tra l’inizio degli anni ’20 e la sua morte (avvenuta nel 1964), per rappresentare uno spaccato dell’intera società tedesca di quegli anni. Dall’architetto al pasticciere, dalla suora all’ufficiale di polizia, dal dottore al disoccupato, August Sander decide di ritrarre la società nella sua interezza, categorizzandola per estrazione sociale ed occupazione. Una fotografia, quella di Sander, essenziale, dimentica di elementi superflui, obiettiva e soprattutto realista.

Ed è proprio un segmento di questa serie l’opera esposta nel padiglione della Galerie Berinson, galleria tedesca che si occupa principalmente dell’arte del primo ‘900. Un’intera parete è allora occupata da una selezione, operata da Sander stesso, di 70 fotografie; selezione che rispecchia il gusto del suo autore e che comprende alcune delle sue fotografie più iconiche, stampate dal figlio su un formato particolarmente grande e contenute nelle cornici originali. L’opera, del valore di 2.8 milioni USD, rimane per ora invenduta, ma rappresenta uno dei “murali” più potenti, artisticamente parlando, della fiera.

La stessa Galerie Berinson espone in fiera anche altre opere di fotografia moderna: una stampa vintage del “Vladimir Majakowsij” di Alexander Rodtschenko (1924), del valore di 120.000 USD, e un’edizione del 1930 di “Hull in Dry Dock” di Man Ray, proposta a 180.000 USD, entrambe ancora invendute.

Sempre di Sander, la Edwynn Houk Gallery (galleria specializzata in fotografie vintage dal 1917 al 1939, esponenti del modernismo) ha portato in fiera l’opera “Circus People” del 1926: una stampa vintage e, nelle parole del gallerista, anche presunto unico. La stessa galleria ha preferito mantenere il silenzio sul prezzo della fotografia, ma si può dire che per ora rimane invenduta.

circus people

Circus Peolple, 1926-1932

Anche il padiglione della galleria Hauser & Wirth – da poco responsabile di un ingente patrimonio di fotografie di Sander – ha scelto di esporre, per un solo giorno, una fotografia di Sander (un’edizione vintage della fotografia “Konditor”, 1928), secondo il gallerista del valore di 1.000.000 di USD.

Konditor, 1928

Per quanto riguarda invece il mercato di August Sander al di fuori delle mura di Art Basel si può dire che stia vivendo una notevole flessione: ad aprile 2017 il valore di una sua opera è aumentato solamente del 5% rispetto alla stessa comperata nel 2000 (dati di ArtPrice).

Senza titolo 4

Indice dei Prezzi – Art Price

Anche il fatturato totale per la vendita delle sue fotografie è diminuito sensibilmente: non solo a partire dal 2000 (113.459 USD), ma soprattutto rispetto al picco avvenuto nel 2014, in cui si è registrato un valore di 1.123.241 USD. Paragonato però all’ammontare totale ottenuto dalle vendite del 2016 sembra esserci stata una leggera ripresa: da 97.760 USD a 179.724 USD, solamente fino al mese di aprile 2017.

Inoltre il numero di lotti venduti nel 2017 si stanzia per ora sul numero di 19 opere, mentre il tasso di invenduto ammonta al 32,1%.

Senza titolo 3

Tasso di Invenduti – Art Price

Infine, si può notare come il maggior numero di opere vendute di Sander si aggiri tra i 1.000 e i 5.000 USD (il 45,9%), il 19% tra i 500 e i 1000 USD; mentre solo 6 opere, negli anni, sono riuscite a totalizzare un prezzo di vendita che vada dai 500.000 a 1.000.000 USD.

 

Senza titolo 2

Ripartizione per fascia di prezzo (2000-2017) – Art Price

Martina Carminati

photo credits:

  1. https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/736x/1f/8a/87/1f8a8766f1a86b5a888cd827c42bd46b.jpg
  2. http://www.metmuseum.org/toah/images/hb/hb_1987.1100.82.jpg
  3. https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/originals/ab/db/fd/abdbfd8eb2afd8a102da0ed236823a0d.jpg
  4. https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/originals/45/14/d8/4514d871031362a7947a6770bebccd34.jpg
  5. https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/originals/d8/34/27/d834275a2481c9bc5fb5322722013288.jpg
  6. https://www.artbasel.com/catalog/artwork/56260#&gid=1&pid=
  7. https://www.google.it/search?q=konditor+sander&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwic94_uy8fUAhXPERQKHWynCj8Q_AUICygC&biw=1280&bih=726#imgrc=GZKS4uKh66aDdM:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...