Sandy Skoglund, la stage photography in esclusiva per Paci Contemporary gallery

di Erica Pieragostini

A Bologna abbiamo intervistato Giampaolo Paci, direttore della Paci Contemporary Gallery, nata a Brascia nel 2004 con l’intento di dare spazio alla ricerca artistica contemporanea, che nel corso degli anni, ha visto orientarsi verso la fotografia come principale campo per l’investigazione delle arti visive. Caratteristica della galleria è il rapporto di esclusività che ha con i suoi artisti sia italiani sia internazionali. Esempio di questo rapporto è quello con la fotografa americana Sandy Skoglund, le cui opere sono state esposte durante la 41°edizione di Artefiera come portavoce della galleria nell’ambito della sezione della fotografia.

Il ruolo della fotografia nel mercato odierno.

La fotografia sta entrando sempre di più nell’ambito del mercato odierno risultando sempre più un bene rifugio cercando  sempre di fare  scelte oculate. In Italia siamo ancora un po’ indietro ma si sta cercando di recuperare il gap con il mercato internazionale che invece corre forte.

La sua opinione in merito allo spazio riservato alla fotografia in questa edizione di ArteFiera e quali differenze sono emerse con le passate edizioni.

Il nome di Angela Vettese è una garanzia. Credo che l’idea di creare una bella isola legata alla fotografia ma inclusiva alla fiera stessa sia una buonissima idea e sarà molto importante la scelta e la selezione delle opere e delle gallerie stesse. Come primo anno è stato una buona partenza.

Operando su un mercato internazionale quanto è importante per lei la partecipazione a fiere italiane per il suo business.

In effetti, siamo prevalentemente sul mercato estero partecipando agli eventi top della fotografia come Paris Photo, AIPAD show, di cui siamo gli unici membri associati italiani, e Photo London.

In Italia partecipiamo solo ad ArteFiera.

Come mai ha deciso di presentare un solo artista in questa edizione e perché la scelta è ricaduta su Sandy Skoglund?

In primis è stata una richiesta accorata di Angela Vettese a cui non abbiamo potuto dire di no inoltre ci è sembrata un ottima occasione per vedere i lavori di Sandy Skoglund per l’ultima volta. Ritireremo il suo lavoro in attesa dell’ uscita nel 2018 del nuovo Volume Monografico a cura di Germano Celant. La Pubblicazione prevederà inoltre una mostra museale in Italia, una in Europa ed una in USA oltre alla presentazione in anteprima mondiale del suo nuovo lavoro in galleria a Brescia del progetto Winter.

Come nasce la collaborazione con l’artista e l’esclusiva della Sua galleria sulla produzione della stessa in Italia.

Sandy Skoglund è sempre stata un mio Sogno considerandola una delle più grandi fotografe degli ultimi trent’anni. Noi siamo gli esclusivisti mondiali di Sandy Skoglund, lavoriamo con lei dal 2007/2008 ed è una collaborazione molto stretta e forte che ci vede anche produttori delle sue ultime installazioni e lavori. Il tutto è nato da una serie d’incontri che abbiamo avuto con lei a New York e da li è nata poi l’intesa per la condivisione dei suoi progetti a 360° senza interferenze o altro.

Potrebbe dirmi il price range delle opere?

Il prezzo delle opere va dai 12.000 ai 60.000 euro.

Qualche anticipazione sul progetto “Winter” dell’artista?

Il progetto Winter è nato del 2008 dopo che dal 2004 al 2008 è stato realizzato The Spring. Nel 2004 l’artista decide di realizzare le 4 stagioni. Prevediamo che si concluderà il tutto per la realizzazione di Winter  nel 2017 in modo tale che nel 2018 presenteremo in anteprima mondiale il lavoro con un volume che ne documenterà la storia. Si tratta di una grande installazione che rappresenta l’inverno dove la Skoglund ha dovuto imparare molte tecniche nuove per lei come l’utilizzo della ceramica e soprattutto la creazione di sculture interamente create in 3D. Gli sono serviti solo due anni e mezzo per imparare questa nuova tecnica innovativa. Ogni singolo pezzo dell’installazione è costruito da Skoglund senza aiuti né assistenti. Un lavoro semplicemente maniacale. Ecco perché stiamo aspettando da oltre otto anni.

Foto courtesy: Erica Pieragostini

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...