Tappeti antichi e arte contemporanea, la formula di Raffaele e Antonio Verolino

 Intervista a Raffaele e Antonio Verolino

di Asia Micol Beolchini

 

Raffaele e Antonio Verolino non sono solamente  padre e figlio, ma anche i fondatori di tre attività di grande successo : la più antica è la Galleria Raffaele Verolino, -“con sede nella campagna modenese” spiega Antonio Verolino “, dove da più di 30 anni si propongono pezzi di antiquariato come arazzi e tappeti europei  dal XVI al  XIX secolo. , ma anche di arte moderna come arazzi del XX secolo firmati da grandi artisti  tra cui i famosissimi  Fernand Leger, Le Corbusier, Picasso e tappeti liberty e deco”.

Segue, poi,  la Verolino Contemporary nel centro di Modena, uno spazio-galleria in cui viene dato risalto al pezzo d’arredamento più antico (e classico) del mondo: il tappeto.  Verolino Contemporary non solo propone collezioni di tappeti e di arazzi firmate da grandi designer, ma dà vita ad un concept molto interessante: unire tappeti di gusto moderno che abbiano la qualità e il “sapore” dell’antico con la contemporaneità delle opere odierne.

L’interazione tra i due mondi si esprime nella più recente attività della famiglia Verolino che, con la Galleria Antonio Verolino, dedica dal 2015 la propria attenzione all’arte contemporanea ,abbinata  ancora una volta , a progetti tessili.

Abbiamo incontrato padre e figlio alla 41esima edizione di Arte Fiera, tenutasi a Bologna dal 27 al 30 gennaio, e il loro spazio allestito dalla più recente attività della famiglia, la Galleria Antonio Verolino,  ha parlato da sé: un tappeto e due grandi arazzi, alcune opere di Arthur Duff e i disegni del celebre David Tremlett appesi alle pareti ,  e un’imponente scultura di Bertozzi & Casoni collocata al centro dello stand.

Raffaele Verolino, in materia di arte tessile, non teme rivali ed il figlio Antonio aumenta il prestigio della galleria,progettando intere collezioni di tappeti realizzati a mano nei laboratori in India, Nepal e Pakistan, e presso l’atelier Pinton in Francia, per quanto riguarda gli arazzi.

“Sicuramente il mercato è più orientato verso l’arte moderna e contemporanea”, commenta Antonio Verolino, “ma credo che il mercato dell’arte tessile possa ancora crescere”. A Bologna, i Verolino avevano già debuttato nel 2016 con una monografica dell’artista inglese David Tremlett, dedicatosi, in occasione di Arte Fiera, al tessile. La forza della galleria è rappresentato quindi dalla produzione di vere e proprie opere d’arte , tessili e non , in stretta collaborazione con artisti contemporanei e designer di fama internazionale.

Come si integra l’arte contemporanea, ritrovata nell’opera iperrealistica di Bertozzi & Casoni composta da finte scatole Brillo e pappagalli, con il classicissimo pezzo di arredamento quale è il tappeto? “La particolarità della galleria non è solo legata allo sviluppo di progetti tessili, ma è aperta a proporre artisti che ritengo siano bravi e interessanti, come Bertozzi & Casoni“, ci risponde Antonio Verolino.

Alla base dell’attività dei Verolino c’è dunque un apprezzamento di fondo dell’arte in tutte le sue espressioni e diverse sfaccettature. La loro è una galleria aperta alla rivisitazione delle tradizioni ed anche al rischio.

Credete che partecipare alla fiera di Bologna vi abbia portato un qualche valore aggiunto? “Arte Fiera rimane una vetrina molto importante per far conoscere al collezionismo italiano un progetto nuovo come il nostro, essendo la fiera d’arte contemporanea che coinvolge il maggior numero di visitatori in Italia”.

Al termine della fiera i pareri dei galleristi sono stati contrastanti: alcune gallerie hanno apprezzato questa nuova edizione della manifestazione, altri meno. La Galleria Verolino afferma: “Noi siamo soddisfatti e sicuramente vorremmo partecipare anche l’anno prossimo.”

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...