Set Up, la fiera d’arte under 35 a Bologna

di Annalisa Fanti

SetUp Contemporary Art Fair, è una fiera d’arte contemporanea fondata da Alice Zannoni e Simona Gavioli nel 2013 nell’Autostazione di Bologna, la storica stazione degli autobus non lontano dallo scalo ferroviario. La fiera intende promuovere le gallerie che investono sugli artisti emergenti, per far crescere una nuova generazione di giovani collezionisti e coinvolgere le tre figure chiave del sistema dell’arte contemporanea: artista, curatore-critico e gallerista. Alice Zannoni ci racconta l’edizione 2017, che si è appena conclusa.alice_dsc05905                    Courtesy: Alice Zannoni

Si è appena chiusa la quinta edizione di SetUp Contemporary Art Fair, come si è evoluta nel tempo? 

Rispetto agli anni precedenti si è alzata la qualità dei progetti presentati. Abbiamo consolidato l’identità della fiera e acquisito sempre più fiducia da parte del sistema dell’arte. Altro cambiamento (non radicale ma incrementale) la partecipazione di gallerie straniere, 16 su 60 (il 25%) e alcune sezioni sperimentali come S.O.S SetUp Open Space e Handover.

È cresciuto il numero di gallerie che chiedono di partecipare? 

Si moltissimo. Quest’anno abbiamo ricevuto più di 80 application, pertanto (dato fisiologico ma non scontato) abbiamo potuto scegliere il meglio.

Come sono andate le vendite? 

Siamo a conoscenza di importanti trattative in corso a fiera terminata, e questo è un fattore ottimo perché è il segnale di un collezionismo interessato, non “mordi e fuggi” ma quello con cui si instaura un rapporto professionale a lungo termine.

L’edizione di quest’anno ritiene sia stata innovativa rispetto le altre fiere d’arte? 

Naturalmente non i termini assoluti, se le rispondessi diversamente sarei faziosa perché il mercato fieristico è troppo generico ed è necessario una delimitazione dell’ambito di pertinenza. Diciamo che, per gli obbiettivi che SetUp si è posto nel 2013 rispetto ad oggi, siamo riuscite ad innescare nuove sinergie tra gli attori del sistema dell’arte. Ottimi sono i risultati sul mercato ed in particolare per le giovani gallerie e di conseguenza per i talenti emergenti.

Come interagiscono a Setup le figure di artista, curatore-critico di una galleria? 

Con il nostro format che richiede, per partecipare, la presentazione di un progetto curatoriale con almeno un artista under 35, accompagnato da un testo critico di un curatore under 35. Anche le gallerie straniere devono sottostare al format e attenersi al tema guida dell’edizione.

Qualche anticipazione per l’edizione del 2018? 

Per ora il tema guida della sesta edizione che sarà l’ATTESA!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...