Sotheby’s al MUDEC: George Nuku e l’arte maori a Milano

 Giovedì 13 ottobre alle ore 19.00 il MUDEC ospiterà  l’asta delle opere di George Nuku, un’asta no profit, promossa da Sotheby’s, i cui ricavi saranno devoluti all’Associazione Città del Mondo, un ente senza scopo di lucro, per co-finanziare il progetto MUDEC P.O.P. (Popoli, Oggetti, Partecipazioni), teso alla valorizzazione del MUDEC, volto a stimolare la partecipazione interculturale e ad amplificare il ruolo attivo nell’interpretazione del museo e del suo patrimonio. Le opere di George Nuku sono oggetti di design firmati Kartell da lui incisi con forme maori. Sotheby’s, promuovendo un’asta charity, ha deciso di fissare i prezzi di partenza delle opere a valori modesti, per esempio, le lampade partiranno dalla cifra di 200 euro e le sedie da 150 euro.

George Nuku, in occasione della conferenza stampa del 30 settembre ringrazia, nel tipico saluto Maori, Milano ed il MUDEC per averlo ospitato in residenza dal 1 al 29 settembre 2016: “Saluti ai nostri genitori, alla terra e al cielo, saluti alla terra sacra dell’Italia, ai suoi monti, ai suoi fiumi e ai suoi antenati, dormite in eterno, dormite in eterno. Saluti alla città di Milano e alla sua casa sacra, il Duomo”.

Nel periodo di residenza Nuku ha realizzato la mostra Salone Ducale, allestita all’interno dello Spazio delle Culture Khaled al-Assad del MUDEC, visitabile gratuitamente dal 30 settembre fino al 13 ottobre 2016.

La mostra nasce dalla partnership tra MUDEC e Kartell Museo, che ha fornito a Nuku 26 mobili in plexiglass da lui poi incisi con la tecnica dell’intaglio e le forme tradizionali maori. Dei 26 pezzi, 23 saranno battuti all’asta, due (un tavolo e una sedia) saranno donati al MUDEC e uno (un divano) al Museo Kartell. Come sostengono Carolina Orsini e Iolanda Ratti, conservatrici del MUDEC: “la collaborazione con Kartell nasce proprio dalla specificità del materiale con cui sono realizzati gli arredi dell’azienda milanese, ma anche dalla volontà del museo di mantenere vivo un legame storico con le industrie del territorio”. L’arredamento del Salone Ducalevuole riproporre un immaginario palazzo nobiliare milanese, dove avrebbero alloggiato gli antenati di Nuku durante un loro viaggio, fantasticato dall’artista stesso, in Italia. L’allestimento racconta un’esperienza artistica dove tecniche scultoree maori e dell’arte italiana si intrecciano. Il concetto della mostra è perfettamente esplicato da Elisa Storace, curatrice del museo Kartell, che spiega come “George Nuku ci regala una nuova interpretazione dei mobili Kartell trasformandoli nella personificazione degli antenati e nell’espressione di una creatività che affonda le radici in una cultura per la quale non può essere vita senza arte”.

nuku3

Di Marika Molteni

Il Salone Ducale è frutto del progetto ARTE MAORI A MILANO, volto a sottolineare uno degli aspetti più importanti dei Musei delle Culture: l’imprescindibile relazione tra etnografia e cultura contemporanea. Il progetto inoltre, centra completamente la mission del MUDEC, ovvero la valorizzazione dell’arte nativa come mezzo di ispirazione per artisti e l’incentivazione di condivisione tra culture diverse. La mostra mira a stimolare incontri, contaminazioni e sguardi al fine di creare nuovi processi artistici.

nuku2

Di Chiara Compagnoni

ARTE MAORI A MILANO non sarebbe stata possibile senza la grande personalità e il creativo genio artistico di George Nuku, artista autodidatta, interprete eccezionale dei motivi e delle tecniche native maori nonché del patrimonio artistico della Nuova Zelanda. L’artista ha lavorato ininterrottamente per tutto il mese di settembre nelle officine del MUDEC, promuovendo alcuni workshop, nello specifico, con una studentessa della NABA e con Lorenzo Roy Clough, studente dell Business School de il Sole 24ORE del gruppo 24 ORE Cultura, sostenitore ufficiale del progetto.

img_1579

Di Marika Molteni

 

Giulia Banchieri- Chiara Compagnoni – Marika Molteni – Beatrice Rapetti – Lorenzo Roy Clough

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...