Daliano Ribani e il futuro dei giovani collezionisti

Che cosa spinge un giovane collezionista a passare dall’altra parte della barricata e diventare gallerista?

Lo abbiamo chiesto a Daliano Ribani, ventisettenne proprietario della Galleria Daliano Ribani Arte (Via del Marzocco 59 – Pietrasanta -), inaugurata il 28 Giugno 2016 con una personale di Lorenzo Viani.

“La mia passione per l’arte è una tradizione di famiglia”,ci confessa il collezionista, nipote del conosciuto scultore carrarino Walter Ribani, “che nasce dalla voglia di distinguersi ed essere circondato da cose belle unendo il godimento estetico alla capacità d’investimento”. Il suo principale obiettivo è quello di dimostrare che il mondo dell’arte può e deve evolversi lasciando spazio e dando fiducia anche ai giovani che credono fermamente in un futuro da grandi collezionisti e galleristi.

“È troppo presto per investire su giovani artisti e concentrarsi su un tipo di collezionismo di primo mercato” ci confida Daliano Ribani. Tutta la collezione e l’attività si concentra, infatti, attorno all’arte storicizzata del Novecento con un particolare focus sulle correnti artistiche del Futurismo, Pittura Analitica e Pop Art Italiana senza predilezione per una tecnica in particolare. È questa la sua caratteristica, ci confida il gallerista, “non concentrarmi in maniera statica su qualcosa mi permette di abbracciare un più ampio pubblico e di lasciare aperte più strade. Un percorso vasto nell’arte del Novecento che apre la mente dello spettatore”.

Finanziamenti per giovani imprenditori? “Nessuno! La burocrazia è troppo lenta e i tempi per ottenere finanziamenti sono troppo lunghi” ci dice il collezionista, che è riuscito a dare vita a una attività in proprio grazie ai risparmi personali e a una vendita privata di un’opera di Giuseppe Uncini sulla quale il gallerista non ci fornisce maggiori informazioni. Di sicuro la sfida è grande e la competizione con le altre grandi gallerie del luogo è tanta. Pietrasanta è una città molto frequentata, una delle più attive della zona a livello artistico, anche grazie ai grandi nomi che hanno contribuito a farne la storia, basti citare Igor Motoraj e Fernando Botero.

La maggior parte delle opere, in conto vendita o di proprietà del gallerista, provengono da collezioni private anche importanti o galleristi italiani. Il pubblico, invece, è principalmente straniero di fascia media.

Il valore totale delle opere attualmente in esposizione, una collettiva di artisti del Novecento storicizzato (in mostra dal 5 Luglio ai primi di Settembre) si aggira tra i 150.000 e i 200.000 €. L’opera più costosa è una scultura in terracotta, Donna Tartaruga, pezzo unico di Novello Finotti il cui prezzo di vendita è di 35.000 €.

novello finotti

Novello Finotti, Donna tartaruga, 1989,©2016 Artnet Worldwide Corporation

Troviamo poi opere di Mario Schifano come L’albero della vita (1975) il cui prezzo si aggira attorno ai 16.000 €, opere dalla serie Schegge dal valore di circa 3.500 € e Paesaggi anemici su carta per 16.000€; Renato Guttuso con Le ginnaste del 1970 dal valore di 8.000 € circa, vari pezzi di Mario Sironi con un price range che va dai 5.000 ai 14.000 €, un Sughero dell’artista Roberto Crippa il cui price range è 8.000 € -10.000 € e Carla Accardi il cui valore si aggira attorno ai 14.000 €. Questi sono soltanto alcuni degli artisti trattati dalla Galleria.

 

“Il legame con il territorio è forte e va saputo sfruttare al meglio ”, ci dice Daliano Ribani, che ha in programma per il prossimo inverno una personale del pittore viareggino Uberto Bonetti e una collaborazione con gli artisti del territorio per la realizzazione di opere in omaggio al futurista Marino Marini, con la pubblicazione di un catalogo.

Obiettivi per il futuro?

“Lavorare intensamente per entrare a far parte dell’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea”.

 

 

Vanessa Ghio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...