Spazio MR: tra Arte e Architettura

Nel cuore di Roma, a due passi da Piazza di Spagna, la nuova galleria d’arte Spazio MR si integra perfettamente nell’ assetto urbanistico di Via del Babuino, che in una fusione tra arte, moda ed architettura è sempre più un luogo dove fermarsi e dove trovare il tempo di relazionarsi con gli altri, in un contesto desideroso di trasmettere piccole gocce di cultura.

Abbiamo chiesto all’ideatore della galleria Marco Riccardi ed alla curatrice Alessia Carlino di parlarci di quelli che sono i valori, gli obiettivi e i progetti che desiderano portare avanti.
Una sensibilità artistica, trasmessagli dal nonno, anche lui proprietario di una galleria, ha accompagnato Marco Riccardi in tutto il suo percorso, integrandosi con una formazione da architetto che lo ha spinto a desiderare un luogo, che in costante relazione con l’esterno, fungesse da contenitore culturale.
Una galleria quindi che si presenta come project space e che si inserisce all’interno del sistema di esposizione romano con la volontà di valorizzare artisti contemporanei che già comunque impegnati da tempo nel settore dell’arte non siano per forza già rappresentati da gallerie.
Un programma di attività che si costruisce man mano, nella ricerca di fotografie, installazioni e dipinti che raccontino un percorso di studio e sacrificio. “Artisti che hanno dannato la vita all’arte” spiega Riccardi e scelte artistiche che si allontanano da un’arte estremamente concettuale e radicale ma che rimane più su un filone di narrazione e di studio della materia.

CD1A7342 (2)

Courtesy:Spazio MR

È stato l’affermato fotografo Maurizio Galimberti ad inaugurare l’11 marzo scorso con una mostra personale che è la rappresentazione di una vita, fatta di incontri, di viaggi e di sensazioni. Istantanee di città e di sguardi che si collocano con naturalezza in uno spazio che nella sua semplicità ed eleganza diventa “non solo una superficie espositiva ma un’area da vivere”.
Tante persone che nel corso di questo mese hanno voluto visitare la galleria e che hanno sentito l’esigenza di tornare e di relazionarsi con lo spazio.
“Ho capito che l’arte può avere dei tempi lunghi” spiega Riccardi proprio per sottolineare come la volontà della galleria sia quella di permettere al pubblico di fruire dell’arte in un rapporto ravvicinato e familiare.

palazzodellacivilta_studiolight_mauriziogalimberti

Courtesy: Spazio MR. Palazzo della civiltà – Foto di Maurizio Galimberti

“Ci si lega ed affeziona alle opere, ma si è pronti a nuovi progetti”, ci spiegano poi Riccardi ed Carlino.
Progetti espositivi che si interfacciano necessariamente con quello che è il mercato dell’arte attuale. Un mercato che necessita spiega la curatrice di essere seguito costantemente ed interpretato così da capire in che modo relazionarsi con gli artisti che si andranno a scegliere per rappresentare la galleria.
Scelte che non spaventano l’architetto Riccardi se a guidarlo è “un approccio istintivo nell’avere la possibilità di sentire delle emozioni non legate per forza al costruito”.

È con la volontà di scardinare dei preconcetti che il 22 aprile lo Spazio MR ospiterà l’evento Crash Taste, che, organizzato dai partecipanti ai Master del Sole 24 ore di Enogastronomia ed Economia e Management dell’Arte e della Cultura, si proporrà come un percorso di sensi, di interazione tra arte e cibo, attraverso un percorso espositivo e sensoriale che vuole trasmettere la sinergia e la contaminazione tra la materia.
Con entusiasmo e curiosità Riccardi e Carlino hanno dato tutto il loro supporto a un evento che vuole simboleggiare la passione per due mondi così apparentemente lontani ma sempre più vicini.
“Uno schizzo, ed una progettazione – ci spiega Marco Riccardi – non è mai casuale. Uno chef pensa ad un piatto proprio come un architetto abbozza un progetto”.
Due mondi che si legano nella sperimentazione e il disegno come punto di unione quando la cucina diventa arte.
Finger food che si ispireranno alla frammentazione e alla scomposizione del colore accompagneranno le opere di tre grandi protagonisti del panorama artistico italiano.

La cristallizzazione dell’artista veneta Annalù, insieme alla plasticità delle opere di Daniele Sigalot in arte Blue and Joy, e ancora, la frammentazione della giovane artista romana Micaela Lattanzio saranno protagonisti dell’evento insieme a uno spettatore che proprio come in una performance è chiamato ad avere un ruolo attivo nell’assaggio di piccole opere d’arte culinarie.

Un progetto espositivo e tre grandi artisti, che, come ci ha raccontato la curatrice della galleria, saranno preview di una mostra collettiva intitolata Prologue che inaugurerà a metà Maggio con altri grandi nomi come Paolo Radi, Emanuela Fiorelli, Alessandro Lupi e Michelangelo Bastiani che nella totale libertà della loro visione artistica, saranno un’anticipazione e un prologo di quello che è e di quello che sarà l’impegno della galleria nei confronti degli artisti.
Grafiche, fotografie e installazioni che entreranno nello spazio, e lo animeranno di colori, rumori e materiali sempre più ricercati e studiati.

“Determinazione, umiltà e impegno costante nel proprio lavoro sono le condizioni abbiamo ricercato negli artisti” perché solo in questo modo l’arte può essere forte e veritiera – ci spiegano Carlini e Riccardi, che giungono “allontanarsi dalla banalizzazione ed essere perseverante” è il modo per entrare in qualsiasi settore lavorativo ed in particolare in quello artistico.
Marco Riccardi e Alessia Carlino hanno trasmesso tutto questo nelle loro parole ed ora non ci resta che aspettare il 22 aprile per un’esplosione di gusto e di colori nel nostro palato e nella nostra vista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...