Tornabuoni Arte: al Miart tra cambiamenti e revival

Si è da poco conclusa la ventunesima edizione di Mi art di Milano, fiera internazionale di arte moderna e contemporanea, che ha visto per l’ultima volta, dopo quattro anni, Vincenzo De Bellis come direttore artistico. La sua ultima iniziativa è stata aggiungere un’ulteriore sezione chiamata Decades , in cui le nove gallerie ripercorrono ognuna un decennio del Novecento, e vanno ad aggiungersi al percorso fieristico formato dalle altre quattro sezioni: Established con 99 gallerie, Emergent con 16, THENow con 8 coppie di gallerie e Object con 14 gallerie.

Tra le gallerie della sezione Established c’era la galleria Tornabuoni Arte di Firenze, presente al Mi art fin dalla sua prima edizione, come dichiarato dal suo fondatore e direttore esecutivo Roberto Casamonti.

La galleria, che ha diverse sedi fra cui Firenze, Milano e Forte dei Marmi, ha anche conquistato il panorama europeo con sedi a Parigi e Londra, dove presto aprirà la mostra sull’Italian Pop dal 21 aprile al 18 giugno.

La Tornabuoni Arte è da sempre impegnata a diffondere l’arte italiana non solo nel nostro paese ma anche all’estero e, per l’occasione, ha portato opere di Castellani, Fontana, De Chirico e molti altri.

Valentina Grandini, assistente di galleria, mostra le 3 opere di Castellani disposte sulla parete centrale dello stand e i quattro tagli di Lucio Fontana, e spiega che il prezzo varia a seconda della quantità di tagli, delle dimensioni e dei colori – il bianco e il rosso sono, difatti, i tagli più costosi – , non bisogna dimenticare però che alla formazione del prezzo contribuiscono la provenienza dell’opera e i risultati d’asta; infatti quando un’opera viene venduta all’incanto subisce una maggiorazione, che varia dal 22 al 23% a seconda della casa d’asta e che non può essere recuperata dal compratore.

castellani

Opere di E. Castellani presso lo stand di Tornabuoni Arte al Mi art (ph. C. Caradonna)

Parlando poi della loro esperienza diretta al Mi art e, nello specifico, focalizzandosi sull’ambito delle vendite e delle relazioni con gli acquirenti, Valentina Grandini ricalca la differenza fra i clienti già fidelizzati, che rimangono intatti nel numero di acquisti effettuati, e quelli nuovi che, invece, rivolgendo una maggiore attenzione ai dettagli, richiedono le schede tecniche delle opere per una più attenta riflessione sull’ eventuale acquisto.

 

fontana1

Tagli di L. Fontana presso lo stand di Tornabuoni Arte al Mi art (ph. C. Caradonna)

 

L’esperienza fieristica della galleria è saldamente ancorata all’esperienza del suo fondatore, Roberto Casamonti, il quale da circa 60 anni opera nel mercato dell’arte e ha confermato i continui cambiamenti che hanno interessato tale settore.

Ripercorrendo le sue esperienze professionali, ma anche personali  – ha raccontato di aver visto  a 12 anni, Ottone Rosai, artista fiorentino, dipingere il ritratto del padre – Casamonti ha ricordato come la capitale dell’arte sia passata da Parigi, prima della guerra, a New York, subito dopo la fine del conflitto mondiale, passando da Roma negli anni ’60, periodo in cui esplode il movimento della Pop Art romana, di cui, attualmente, si stanno rivivendo echi, influssi e suggestioni, come dimostra la prossima esposizione della galleria a Londra.

Tuttavia, alla domanda laddove si volesse individuare un attore specifico, promotore di questo revival degli anni ’60, Roberto Casamonti risponde così: ” La riscoperta aleggia nell’aria” e aggiunge “è necessario conoscere bene l’arte nei suoi periodi positivi e negativi perché il lavoro ben fatto si riconosce sempre dagli altri“.

(c) photo di copertina: http://revolart.it/

Claudia Caradonna

Chiara Iuliucci

Gabriella Mastrangeli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...