Tre x oTTo: “Cerca-Trova” Paolo Gonzato

A maggio 2015 nel quartiere multietnico in via Paolo Sarpi di Milano ha aperto oTTo, uno spazio innovativo dove poter mangiare, leggere una rivista e poter fruire di arte contemporanea. Il locale nasce dall’idea di tre amici under 40, Luca Noviello, Roberto Marone e Marco Trinca Colonel, con l’intenzione di creare eventi nei diversi campi culturali che possano viaggiare di pari passo, ma autonomamente, all’interno degli spazi del locale.3 immagine oTTo

Per il cinema, vengono proiettati all’interno una serie di film ambientati a Milano, dagli anni ‘40 ad oggi. Saranno proposte al pubblico anche delle proiezioni post viaggio da parte di professionisti ed esposte fotografie in collaborazione con il gruppo “Pint of Science”. Per il cibo, una serie di eventi, in collaborazione con “Food For Good”, vedranno un approfondimento sull’importanza del riciclaggio e sulla produzione di prodotti culinari riciclati.2 immagine oTTo

E poi c’è un valore aggiunto: l’idea di creare una vetrina per l’arte contemporanea, accesa 24 ore su 24, con opere appositamente realizzate da artisti di grande fama ed ogni volta diversi. Il progetto, curato da Mariacristina Ferraioli, è intitolato “Post-It” ed è stato inaugurato il 25 giugno 2015. “La scelta del nome non è casuale: come questi biglietti ci aiutano quotidianamente a ricordare tutte le attività della nostra giornata, così il mio progetto vuole essere un invito a fermarsi davanti l’opera, ad interagire con essa e non dimenticarla” commenta la curatrice.Paolo Gonzato, Cerca Trova, 2015_2_no vetrofania

Paolo Gonzato, Cerca Trova, 2015_5_no vetrofaniaIl primo appuntamento di Post-It è con l’installazione “Cerca-Trova” di Paolo Gonzato. Artista multisciplinare, crede fermamente in un’arte contemporanea coinvolgente e invasiva. Ha realizzato un wall-painting che occupa tutto lo spazio della vetrina,  modulato su svariate combinazioni di rombi  i cui colori, su richiesta dell’artista, sono stati scelti dai ragazzi di oTTo e dalla curatrice.

Paolo Gonzato, Cerca Trova, 2015, dettaglio_6

Per il titolo Gonzato si è ispirato all’affresco di Vasari “La Battaglia di Marciano” e al celebre aneddoto legato alla scritta “Cerca Trova” che Vasari indicò in un punto visibile della sua opera come indizio della presenza, al di sotto di essa, della “Battaglia di Anghiari” di Leonardo da Vinci di cui si sono perse le tracce. E’ cosi che Gonzato, nella sua opera esposta ad oTTo, ha scritto il suo “Cerca-Trova” ma in un punto nascosto e sconosciuto a tutti. L’opera sarà esposta fino al 30 settembre 2015 e sarà seguita da altre opere di artisti celebri.

Sulle pareti interne del locale, poi, c’è un poster che si confonde con i tanti volantini affissi. Si tratta di un’altra opera di Gonzato, “Mimosa Pudica”, dal nome di un bellissimo fiore che porta con sé un carattere erotico dalla forte dimensione artistica. Il cliente del locale viene colto dalla sorpresa di trovarsi di fronte ad un’opera d’arte contemporanea e può confrontarsi con essa senza entrare in un museo e pagare un biglietto.

mimosa pudica

L’accesso alle iniziative culturali di oTTo, infatti, è gratuito, ma indirettamente le iniziative incidono positivamente sul fatturato del locale. “Grazie a queste grandi novità”, commenta Marco Trinca Colonel, “nell’ultimo mese è notevolmente aumentato il numero di persone che, in maniera fissa, frequentano le nostre iniziative, quindi possiamo dire di aver ottenuto buoni risultati. Il 5% del fatturato di oTTo è dedicato ad eventi culturali e sociali e questo permette di coinvolgere anche un maggior numero di professionisti del settore”.

oTTo è la dimostrazione di come economia e struttura di piccola impresa, cultura e arte contemporanea possano essere un’idea vincente. Gli spazi alternativi per l’arte contemporanea sono davvero un grande punto di incontro per le persone e l’espressione massima di come, in maniera innovativa e creativa, si possano ottenere anche ottimi guadagni.

 

Maria Chiara Buongiorno

 

Photo credit: Ilaria Tariello

Immagine di copertina: Paolo Gonzato, “Cerca Trova”, 2015, dettaglio (photo credit Ilaria Tariello).

Photos 1-2: Locale oTTo, particolari.

Photos 3-4: Paolo Gonzato, “Cerca Trova”, 2015, dettaglio vetrina (photo credit Ilaria Tariello).

Photo 5: Paolo Gonzato, “Cerca Trova”, 2015, dettaglio (photo credit Ilaria Tariello).

Photo 6: Paolo Gonzato, “Mimosa Pudica”, 2015.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...