Arte e ville di delizia: un percorso tra i tesori della Brianza

 

I comuni brianzoli mettono in scena il patrimonio dei loro imprenditori-collezionisti in un’esposizione di arte contemporanea diffusa sul territorio. Cinque sedi espositive in ville di delizia e sedi storiche, tre mesi d’evento, oltre 75 artisti rappresentati.  Questo in sintesi il progetto Tracce di contemporaneo. Collezioni di Arte italiana da Lucio Fontana alla contemporaneità nelle ville della Brianza” che, dal 28 giugno al 4 ottobre 2015, coinvolge le sedi di Palazzo Borromeo a Cesano Maderno, Villa Filippini di Besana in Brianza, Villa Tittoni di Desio, Villa Brivio di Nova Milanese e il Museo di Arte Contemporanea di Lissone.

VillaTittoni_Desio

“Obiettivo è la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale del territorio brianteo creando un dialogo, o più precisamente un contrasto, tra le opere contemporanee e le ville storiche” spiega la curatrice Simona Bartolena, che si è occupata dell’ideazione del progetto, promosso dal Comune di Nova Milanese e realizzato grazie al Bice Bugatti Club di Nova in collaborazione con l’associazione Heart Pulsazioni Culturali di Vimercate.

“Un progetto che trova senso nel territorio, va visto girando le cinque location e non semplicemente una. Il nostro valore non è il muro bianco dei nuovi musei esteri, ma la possibilità di esaltare l’identità degli artisti contemporanei contestualizzandoli in ambienti storici” aggiunge Luigi Rossi –coideatore della manifestazione e presidente del Bice Bugatti Club-. Appena pubblicato il catalogo conferma la centralità del rapporto tra l’arte contemporanea e le realtà storico-architettoniche, mostrando le opere installate negli interni delle ville.

IMG_20150805_160602L’esposizione nasce dalla sperimentazione degli anni passati: in occasione della manifestazione settembrina Ville Aperte in alcune location private, veniva inserita come evento collaterale, un’opera di un artista contemporaneo vivente, una traccia appunto. IMG_20150805_160820_Quest’anno “dalla traccia si costruisce un racconto”, un progetto più articolato, anche in occasione di Expo –e dei fondi a disposizione per le attività di promozione territoriale-. Si sceglie un ridotto numero di sedi pubbliche, artisti storicizzati, un percorso espositivo, un arco temporale medio-lungo ed un biglietto di ingresso.

10_BajLe opere sono state esposte per nuclei omogenei, affiancando personalità note ad artisti da riscoprire, mettendo a confronto grammatiche e tendenze stilistiche. Ogni sede ha un suo linguaggio espositivo, non vi sono legami storici con le architetture, ma solo estetici e disponibilità di spazi: “abbiamo trovato alcune sedi già attrezzate all’esposizione, altre completamente impreparate; le opere di Bonalumi hanno un forte impatto negli spazi classici di Villa Tittoni; il Palazzo di Cesano Maderno è stato allestito appositamente con totem autoportanti al centro delle sale, così da lasciare inalterata la visione degli affreschi; a Lissone le opere si inseriscono e si integrano con il percorso museale, distinguendosi solo perché allestite su pannelli grigi”.

IMG_20150805_120916_Ogni “tappa” è indipendente, sia come identità artistica sia come gestione degli ingressi – biglietto, orari di visita, visite guidate, data di conclusione dell’esposizione -, ma viene suggerito un percorso unico di visita diffuso sul territorio (con biglietto cumulativo a 12 euro utilizzabile in più giorni, a fronte di 5 euro per singolo ingresso). L’esposizione parte idealmente da Lucio Fontana, per comprendere anche artisti formatisi negli anni Ottanta. Informali, spazialisti, nucleari, tra cui: Manzoni, Dadamaino, Castellani, Bonalumi, Burri, Baj, Tancredi, Scanavino, Uncini e Crippa.

07_BonalumiOltre a riscoprire le ville, si devono riscoprire i piccoli tesori nascosti: ci sono molte collezioni private di due generazioni di imprenditori brianzoli, che a partire dagli anni ’60 hanno creduto negli artisti contemporanei, esibendo una sensibilità che andava molto oltre alla serialità della produzione, scelte non motivate dagli investimenti economici, ma dalla passione e dal gusto personale.

Nel territorio ci sono alcune collezioni di livello internazionale per numero e qualità di pezzi oltre alle collezioni pubbliche del Museo di Lissone e del Bice Bugatti Club, con artisti di fama internazionale ”.

Il progetto si inserisce nel programma “Meet Brianza EXPO” promosso e coordinato dalla Provincia di Monza e della Brianza in collaborazione con la Camera di Commercio e Regione Lombardia, della dimensione di circa 640.000 euro, di cui la metà finanziati dalla Regione con un bando sull’attrattività dei territori. Il progetto coinvolge 61 soggetti secondo tre linee programmatiche: Arte&Cultura, Design, Natura&Green. Itinerari ed eventi costituiscono nuove modalità di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale della Provincia, un’occasione per far incrociare le tante progettualità avviate in ambito culturale, condividere e potenziare gli obiettivi, introdurre processi di gestione e promozione innovativi, mettere in rete risorse e contatti.

IMG_20150805_161022_“Il bando regionale è stato essenziale per poter mettere intorno al tavolo la molteplicità dei soggetti coinvolti in questo progetto, in particolare le differenti Amministrazioni Comunali che non hanno più le risorse economiche ed umane, per gestire queste stupende ville.

IMG_20150805_115821_Ma se avessi aspettato i loro finanziamenti non avremmo fatto nulla.” Luigi Rossi denuncia così la lunghezza delle procedure burocratiche e la necessità dell’intervento delle associazioni private.

IMG_20150805_112529_I contributi previsti dal bando –non ancora certi– pari a circa 30.000 euro, andranno a coprire meno di un terzo delle spese già sostenute per far partire l’iniziativa (assicurazione, trasporto opere, allestimento, redazione e stampa catalogo, comunicazione, personale).

Oltre ai cinque comuni interessati e alle due associazioni, numerosi sono i soggetti che hanno costruito la manifestazione: la segreteria organizzativa e la comunicazione della mostra diffusa sono state affidate a ViDi srl –di grande successo il video su youtube che ritrae il pensiero dei bambini davanti a queste opere contemporanee-; l’Accademia di Brera è stata coinvolta come partner scientifico, patrocinio per la curatela e la selezione delle opere; QN Il Giorno come mediapartner e AG Bellavite partner tecnico per l’editoria.

IMG_20150805_161157Anche se con un bilancio fortemente condizionato dalle lunghe tempistiche decisionali e dalla mancanza di risorse, le associazioni non si fermano: l’obiettivo è ripetere il format territoriale e ampliare questo progetto nei prossimi anni, organizzare mostre monografiche, coinvolgere anche artisti stranieri o promuovere la conoscenza di queste collezioni anche all’estero.
La mostra è stata una sfida per il territorio: la scelta di coinvolgere diverse sedi non ha certo favorito i turisti, obbligati a spostamenti con veicoli privati, ma ha portato l’arte contemporanea vicino alle persone, coinvolgendole” aggiunge Simone Seregni coordinatore del Bice Bugatti Club, “è necessario aumentare l’offerta, creare una rete a maglie più strette tra associazioni, costruire sinergie e attività insieme o anche solo scambi informali”.

Le associazioni culturali sono quindi un motore per questo territorio: nello specifico Bice Bigatti Club promuove dal 2008, in collaborazione con il comune di Nova, un Premio Internazionale per l’arte contemporanea, occupandosi inoltre di mostre e scambi culturali con Messico e Bolivia e avendo una piccola attività editoriale sulla cultura artistica locale. Heart-pulsazioni culturali organizza nella propria sede di Vimercate mostre d’arte o progetti culturali: parentesi tematiche che accompagnano il visitatore con concerti, performance, spettacoli teatrali, corsi per adulti e bambini, convegni, presentazioni e incontri. MuseoArteContemporanea_LissoneVi è inoltre il citato Museo d’arte Contemporanea di Lissone, come perno pubblico, nel quale attualmente trovano spazio oltre a “tracce di contemporaneo”: “1946 – 1967 il Premio Lissone”, “Le affinità selettive 1/coltivare, 2/cucinare” in collaborazione con Triennale Milano, “Le leggi dell’attrazione – design&affini: 1985 – 2015”.

IMG_20150805_112802Da non dimenticare il patrimonio architettonico-monumentale, le Ville rappresentano infatti un asset strategico nella visione della Cultura in Brianza: a settembre continuerà, con un’edizione speciale, la manifestazione Ville Aperte in Brianza arricchita da un calendario di spettacoli e performance dal vivo. Giunta alla tredicesima edizione, promuove l’apertura e la fruizione di oltre 100 beni del territorio coinvolgendo 50 soggetti pubblici e privati. Nel 2014 ha raggiunto un pubblico di 36.000 spettatori, ponendosi come motore per lo sviluppo di altre iniziative di valorizzazione territoriale/turistica.

“Fare cultura è un mestiere difficile. Richiede formazione, tenacia, tenere la rotta nonostante le tempeste” conclude Luigi Rossi.

Lara Valtorta

 

Foto courtesy: ViDi  e Lara Valtorta

Fotografie:

  1. Villa Cusani Traversi Tittoni | Desio
  2. Villa Filippini | Besana in Brianza
  3. Villa Filippini | Besana in Brianza
  4. Enrico Baj, Forma cranica, 1952, olio e smalto su tela, collezione privata esposta in Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno
  5. Museo di Arte Contemporanea | Lissone
  6. Agostino Bonalumi, Bianco, 1982, tela estroflessa, collezione privata esposta in Villa Cusani Traversi Tittoni di Desio
  7. Villa Filippini | Besana in Brianza
  8. Museo di Arte Contemporanea | Lissone
  9. Villa Brivio | Nova Milanese
  10. Villa Filippini | Besana in Brianza
  11. Museo di Arte Contemporanea | Lissone
  12. Villa Brivio | Nova Milanese

copertina – Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...