Il Messico ad Art Basel 2015

Il mercato dell’arte messicana è stato rappresentato alla fiera di Art Basel 2015, che si è svolta dal 18 al 22 giugno, da tre importanti gallerie che confermano ormai da anni la loro presenza all’evento: OMR, Kurimanzutto e Proyectos Monclova le quali vedono in Basilea l’opportunità di promuovere i propri artisti in un dimensione di più ampio respiro internazionale.

OMR, arrivata alla sua 16esima presenza ad Art Basel, ha deciso per quest’anno di cambiare strategia espositiva “da 15 anni partecipiamo ad Art Basel proponendo lavori di diversi nostri artisti in una esposizione collettiva, ma per quest’anno abbiamo deciso di allestire le personali di due artisti in particolare per dare loro un’opportunità di visibilità maggiore” racconta Patricia Ortiz Monasterio, fondatrice della galleria;

IMG_8285

nella prima parte della settimana la fiera è stata inaugurata mettendo in evidenza il lavoro del messicano Josè Davila le cui opere sono state vendute quasi tutte per un valore che varia dai 40 mila ai 90 mila dollari, mentre tra la notte di mercoledì e giovedì l’allestimento è stato modificato per fare spazio al corpo dei lavori di Jorge Méndez Blake che, attraverso una molteplicità di materiali, esplora la relazione tra letteratura e arte in una personale dal titolo ‘Projects for a Possible Literature’. Già nella giornata di giovedì quattro delle opere sono state acquistate da collezionisti privati provenienti da Australia, Germania, Stati Uniti e Canada confermando un forte interesse sempre più in ascesa per l’arte di produzione messicana.

La galleria Kurimanzutto, che fa parte della commissione di selezione per Art Basel Miami Beach, rappresenta uno dei nomi più forti per quanto riguarda il mercato dell’arte messicano soprattutto per l’importanza dei trenta artisti, nazionali e internazionali, che rappresenta;
IMG_8291

ad Art Basel ha esposto alcuni lavori di Andrian Villar Rojas, ‘Vlady Trotsky’ di Sarah Lucas,Steal and Would Capillary Action Based on the Forth State of Aggregation of Matter’ di Jimmie Durham e ‘Signature’ di Roman Ondák nella sezione Unlimited, con prezzi che variano dai seimila ai 150mila dollari, richiamando l’interesse da parte di collezionisti da tutta Europa.

Proyectos Monclova conferma la sua terza presenza tra le gallerie di Art Basel combinando una personale con le opere su tela, legno e cemento di medie dimensioni dell’artista costaricano Federico Herrero e l’opera ‘Landascape with circles, 2015’ presentata nella sezione Unlimited.

Basilea è per noi ormai una certezza. Per quest’anno abbiamo deciso di presentare solamente l’opera di Herrero per dare una maggiore visibilità all’artista e dare una panoramica più completa del suo lavoro presentando un’opera anche ad Unlimited” afferma Polina Stroganova direttrice della galleria.
Proyectos_Monclova_M1_ArtBasel15
I lavori sono stati venduti per il 70% con prezzi che variano dai 2mila agli 800mila euro principalmente ad acquirenti provenienti da Australia, Olanda, Spagna e Stati Uniti.

L’arte messicana non è stata rappresentata ad Art Basel solamente dalle gallerie sopracitate: Lisson Gallery, infatti, in collaborazione con Labor, Città del Messico, affascinata dalla ricerca e dal peso sociale e politico di questo tipo di opere, ha presentato nella sezione Unlimited ‘Disarm (Mechanized)II‘ di Pedro Reyes con un prezzo che si aggira intorno ai 350mila dollari, lavoro rimasto per il momento invenduta ma che ha riscosso molto successo da parte del pubblico.

Anche la galleria brasiliana Luciana Brito ha presentato, sempre nella sezione Unlimited, un’opera dell’artista messicano che vive e lavora a San Paolo, Héctor Zamora ‘OG-107 Scenery’ commissionatagli in origine dal Scottsdale Museum of Contemporary Art.

Per un approfondimento sull’arte latino americana ad Art Basel 2015 rimando a questo articolo:
https://martebenicult.wordpress.com/2015/06/22/larte-latinoamericana-ad-art-basel-2015/

Valentina Negri

credits: Federico Herrero, Proyecto Monclova, Art Basel 2015.
http://www.lissongallery.com/artists/pedro-reyes

Annunci

One thought on “Il Messico ad Art Basel 2015

  1. Pingback: L’ARTE LATINOAMERICANA AD ART BASEL 2015 | Master economia e management dell'arte e dei beni culturali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...