Attualità e scenografia: la fotografia ad Art Basel 2015

La 46esima edizione di Art Basel si è confermata nuovamente come la fiera più importante del settore. E le gallerie da tutto il mondo confermano che è anche un’ottima vetrina per la fotografia d’arte. Non solo in ascesa all’interno delle gallerie ma la fotografia è stata protagonista sia nella sezione Feature (con Ulay alla Mot International) che in Unlimited (con Ryan McGinley e la Team (gallery, inc.)).

La fotografia d’arte seduce il lettore e sa raccontare attraverso l’oggetto fotografico temi di grande attualità e di grande impatto scenografico. Gli artisti non si esprimono più solo attraverso la fotografia, ma anzi sono artisti poliedrici che esplorano qualunque forma d’arte.

Ryan McGinleyLa Team (gallery, inc.) di New York ha portato a Basilea il giovane e promettente artista Ryan McGinley che a soli 25 anni, nel 2003, è stato consacrato con una mostra personale al Whitney Museum di New York. Per il secondo anno consecutivo è stato presente nella sezione Unlimited (sezione riservata alle installazioni di grandi dimensioni) con “Yearbook”, una stanza che per 3 pareti e il soffitto è stata ricoperta delle fotografie che hanno reso celebre l’artista: teenagers ambosessi dalla fisicità asciutta e sempre nudi. Le opere esposte in galleria sono tre, intitolate “Redweed” del 2015, e sono state vendute a 14.000 dollari ciascuna sia a privati sia ad una fondazione in Germania.

IMG_4730Opera completamente differente vede protagonista la Sfeir – Semler Gallery (con sedi a Beirut e Amburgo in cui espongono i medesimi artisti) con un lavoro di Walid Raad che racconta attraverso immagini di archivio del dopo guerra la storia mai raccontata del Libano. Le foto ad un primo impatto sono paesaggistiche, in realtà l’artista attraverso un fotomontaggio ha inserito dei corpi morti di politici uccisi durante la guerra. Sono tre opere del 2014 denominate “We are fair people” (all’interno del progetto non ancora conclusosi “The Atlas Group”) e ne hanno vendute due su tre a 20.000 dollari ciascuna.

La fotografia concettuale è ben rappresentata sia da Jan Dibbets, rappresentato dalla galleria Peter Freeman, con “Sectio Aurea B2”del 2007 (32.000 euro) che dall’emergente artista moscovita Tim Parchikov con “Untitled n. 382” dalla Galeria Juana de Aizpuru per 10.000€+tax.

Katar, 2012Andreas Gursky (Spruth Magers), il più importante e famoso fotografo per le opere di grande formato e uno dei più quotati da Christie’s (l’opera Rhein II è stata battuta per 4.338.500 dollari), è rappresentato ad Art Basel dall’opera “Katar” del 2012 venduta a 900.000 euro ad un collezionista privato. La Galerie Hans Mayer, invece, espone l’importante e controverso artista tedesco Jurgen Klauke (performer e fotografo) con “Auratisches Inferno”, 3 immagini presentate in sequenza, scure e con fondi monocromi senza riferimenti di luogo o di tempo quotate 90.000 euro (ma ancora invendute).

Jurgen Klauke

Infine la galleria italiana Massimo Minini presenta a Basilea un particolare lavoro dell’artista croato e protagonista alla Biennale di Venezia di quest’anno David Maljkovic, “Out of Projection”: carta da parati e fotografia formano un unicum venduto per 30.000 euro; mentre Wolfgang Tillmans, vincitore del Turner Prize nel 2000 e fotografo d’avanguardia da tre decenni, è presente all’interno della galleria londinese David Zwirner con l’opera “Faltenwurf (BW) I” del 2011 quotato a 80.000 dollari.

La fotografia d’arte ad Art Basel non perde smalto e, nonostante la presenza della prima edizione di Photo Basel (dedicata interamente alla fotografia), ha primeggiato durante la fiera più importante di arte moderna e contemporanea.

Clara Tosetti

 

http://www.artbasel-online.com/en/Ryan-McGinley-Redweed,p1475859

http://artobserved.com/2012/11/dusseldorf-andreas-gursky-at-museum-kunstpalast-through-january-13th-2013/

http://www.juergenklauke.de/arbeiten/fotografie/1990-1992_sonntagsneurosen/seiten/1990-1992_sonntagsneurosen_01.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...