Perché arte e management vanno di pari passo?

Qualsiasi paese del mondo, e l’Italia in particolare, offre alla società un patrimonio artistico e culturale di inestimabile valore. Questo patrimonio globale è una risorsa per i tutti i popoli. Una risorsa che per molti secoli non è stata riconosciuta come tale ed è stata oggetto di attività quasi esclusivamente di conservazione e tutela.

Solo negli ultimi decenni è iniziata a crescere la consapevolezza del valore dell’arte da un punto di vista non solo culturale ma anche economico. Si è così diffusa l’idea che il patrimonio artistico debba essere valorizzato, comunicato, condiviso, e che questa valorizzazione possa comportare per i gestori di questi beni un profitto, un ritorno economico.

Questa combinazione tra management e mondo dell’arte ha comportato la nascita di un vero e proprio mercato specifico della cultura: spolverando beni tenuti “nascosti” per secoli in musei ed istituzioni culturali e ridando loro luce e lustro si permette al pubblico di innamorarsene ed apprezzarli. L’arte ha cominciato a trasformarsi in un “bene di massa” e quello artistico viene considerato sempre più come un settore redditizio.

Il rischio in cui però potrebbe incorrere la nostra società è che un’ottica eccessivamente manageriale venga fatta prevalere nella gestione della cultura: passione ed amore per l’arte non devono essere abbandonate per lasciare posto a valori economici e finanziari, le opere non devono diventare beni di lusso, oggetto di un mercato speculativo e senza scrupoli, realizzati con l’intento di soddisfare i gusti e le richieste specifiche del pubblico, perdendo così il valore intrinseco e più profondo che le caratterizza, ed inoltre l’intento principale deve sempre essere quello di diffondere cultura, non ottenere la maggior percentuale di profitti. Certamente le istituzioni culturali, dovendo affrontare una sempre maggiore autonomia (più o meno positiva) nella gestione di questo tipo di beni devono essere in grado di sopravvivere e permanere nel tempo per poter portare avanti il loro intento principale. Ed ecco perché arte e management vanno di pari passo: una buona ed attenta gestione dell’arte rende possibile la fruizione della stessa.

 

Giulia Cavanna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...