PERCHÈ ARTE E MANAGEMENT VANNO DI PARI PASSO ?

Il mondo dell’arte e dei beni culturali e l’attività di management possono apparire a prima vista come due linee parallele, destinate a non incontrarsi mai, eppure questa non è la tendenza manifestata di recente anche nel nostro Bel Paese e, vien da dire, meno male.

Il “sistema arte” non può ormai prescindere da un’organizzazione di tipo manageriale, ove intervengano, anche e soprattutto, soggetti privati a supporto di un Pubblico che spesso, purtroppo, non ha avuto a disposizione i mezzi economici idonei a tutelare e promuovere un patrimonio artistico così immenso e di difficile gestione quale è quello italiano.

La direzione verso cui puntare deve quindi essere quella di un’efficiente cooperazione tra Pubblico e Privato. Quest’ultimo ha difatti intuito la necessità di considerare e trattare anche l’arte come un business. Ciò, si badi bene, non solo al fine di trarne un profitto, concetto poco amato dai puristi del settore artistico, quanto proprio perché, che piaccia o no, in tal modo l’arte stessa può sopravvivere, ed anzi proliferare, in un’epoca dove non si può prescindere dall’importanza che riveste il denaro nello svolgimento di gran parte delle attività umane.

Tempo fa sui muri della mia città, Pavia, era comparso uno stencil che riproduceva questa frase interessante: <<Senza l’arte avremmo bisogno di troppe spiegazioni>>; l’arte rimane quindi un sollievo per l’anima e per non farla spegnere e farle continuare a svolgere la funzione che le è propria, è necessario che essa non sia destinata solamente a pochi eletti ma sia invece conosciuta e fruita dal maggior numero di persone possibile. Per arrivare a ciò bisogna dunque imparare a considerarla in un’ottica manageriale.

Pertanto, come dicevo in apertura di questo breve pensiero, ben venga che l’arte e il management possano finalmente incontrarsi, facendo sì che persone con competenze diversificate, non solamente artistiche, ma anche economiche, giuridiche e finanziarie, possano contribuire a garantire che l’arte continui ad esistere e a fornire le risposte di cui abbiamo bisogno.

Linda Luisetti

Edward Hopper, Nighthawks, 1942
Courtesy of Google.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...