To Rome with Love and Life

Solo l’amore mi interessa. Sono a contatto solo con cose che hanno a che fare con l’amore

M. Chagall

1_Chagall_Pair_of_Lovers_and_Flowers_alta copia

Dal sedici marzo al ventisei luglio il Chiostro del Bramante, suggestiva cornice rinascimentale nel cuore di Roma, ospita la mostra dedicata a Marc Chagall, dal titolo Love and Life. Una mostra, quella delle opere del pittore bielorusso, che racconta, egregiamente ed esaustivamente, la sua arte, ricolma di amore e senso della vita.

Più di centoquaranta opere, tra dipinti, disegni, chine e litografie, provenienti dall’Israel Museum di Gerusalemme, lascito della famiglia Chagall. Una mostra, quella al Chiostro del Bramante, che consente al visitatore di entrare nella dimensione più privata e intima del pittore e che ripercorre tutte le tappe della sua vita, personale e artistica.

Il percorso espositivo proposto ricostruisce, da un lato l’amore del pittore per l’amata Bella, narrato sin dal loro primo incontro, dall’altro la vita stessa dell’autore, fantasioso poeta e sognatore. L’esposizione, suddivisa in otto sezioni, non è altro che una mappa che ricostruisce, attraverso la produzione artistica del pittore, l’evoluzione della sua poetica. Quest’ultima muove proprio dalla città natale del poeta, Vitesbk, da lui molto amata e ricordata sempre con grandissima nostalgia. L’artista bielorusso nei suoi diari raccontò con grande amore della Russia contadina, della sua fede ebraica e della ritualità ad essa connessa.

Il percorso ricostruisce il lungo itinerare di Chagall, soffermandosi sul periodo parigino dell’artista, per lui molto fertile. Uno dei temi più pregnanti è certamente quello dell’amore che l’artista nutrì per Bella, sua moglie e una delle sue principali fonti d’ispirazione. Esso è trattato parallelamente a quello della Bibbia e dell’ebraismo. Il pittore, proveniente da una famiglia di cultura e religione ebraica, fu, fin dagli anni giovanili, affascinato dalla Sacra Scrittura che egli ritenne la più straordinaria fonte di poesia. I soggetti biblici furono considerati dal pittore, parte integrante del suo mondo interiore. Egli cercò sempre questo riflesso religioso e mistico nella vita e nell’arte.

Un legame, quello di Chagall con la propria religiosità, vissuto dall’artista con grandissima passione e partecipazione emotiva. Un legame che racconta, inoltre, del profondissimo amore del pittore bielorusso per la sua terra, per la sua città natale Vitesbk, dove ritornò dopo esser stato, a lungo, lontano. Alcune delle incisioni che Chagall dedicò all’illustrazione del racconto biblico sono in mostra al Chiostro. Insieme a queste sono esposti alcuni quadri nei quali il pittore racconta la storia del suo paese, la sua religione, l’ebraismo, ed in particolare la corrente chassidica, ricca di riti e usanze.

L’amore pervade tutte le opere del pittore bielorusso, elemento essenziale e fondante della sua arte, dei suoi racconti e della sua vita. L’amore per la moglie Bella è amore per la vita stessa. Un amore che viene costantemente celebrato dal pittore bielorusso con un tripudio di colori e con una leggerezza onirica. Il rapporto di Chagall con la prima moglie Bella è un rapporto quasi simbiotico, forte ed intenso. Marc e Bella sono uniti, oltre che da un profondo sentimento, da un sodalizio artistico, che porterà il pittore a trascrivere in immagini i diari scritti dalla moglie. Si tratta di diari che raccontano la vita quotidiana della donna, ma soprattutto la sua fede ebraica.

Il dipinto “ La passeggiata”,in mostra al Chiostro, ritrae i due innamorati, Chagall e Bella che passeggiano tenendosi per mano nel verde della campagna di Vitebsk, durante un picnic. Al centro dell’opera spicca la figura di Chagall, elegantemente vestito, che tiene per mano l’amata e ha il volto addolcito da un radioso sorriso. La donna è ritratta sollevata da terra, come se volasse. Sono la leggerezza, la grandezza e l’autenticità del sentimento a consentirle di volare. Un volo che ha il sapore della felicità e della libertà. L’opera non è che autentico manifesto della felicità ritrovata accanto alla compagna. Il volteggiare della donna, la dimensione onirica del dipinto sono una via di fuga dalle brutture del mondo, dalla violenza e dalla distruzione. Costituiscono una dimensione alternativa nella quale rifugiarsi per rifuggire una realtà ostile.

chagall-passeggiata

Love and Life accoglie inoltre le illustrazioni che Chagall realizzò per le fiabe di la Fontaine e per l’opera “Le anime morte” di Gogol. Immagini, quelle realizzate per lo scrittore francese, che conducono il visitatore in una dimensione fiabesca, fantastica e leggera. La mostra offre una visione inedita, più intima ed umana del pittore, poeta appassionato ed autentico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...