Un weekend tutto Torinese

 

Torino vuol dire più di 50 mila visitatori ad Artissima in soli tre giorni, code infinite per Shit and Die, luci d’artista sopra le teste dei torinesi, musei, spazi espositivi e gallerie aperte fino a mezzanotte, creatività e di nuovo code lunghissime per la quinta edizione di Paratissima, vuol dire la creatività di The Others e le antichità di Flashback, mostre inedite e soprattutto una città che dando spazio all’arte e alla cultura le rivaluta e rivaluta anche se stessa.

Ieri si sono concluse le tre fiere d’arte che hanno movimentato Torino negli ultimi giorni: Artissima ha concluso la ventunesima edizione con oltre 50 mila visitatori e un +10% negli ingressi a pagamento, con 194 gallerie partecipanti (di cui 137 straniere) che hanno portato opere di 900 artisti. Flashback dedicata all’arte antica e moderna chiude con oltre 12 mila visitatori la sua seconda edizione e, all’ex carcere Le Nuove, The Others  ha totalizzato 18 mila ingressi.

La città del momento è quindi proprio Torino, che insieme a tre fiere d’arte ospita anche mostre uniche: la seconda edizione di ONE TORINO Shit and Die curata da Maurizio Cattelan, la prima e più grande esposizione realizzata in Italia dedicata ai lavori su carta di Roy Lichtenstein, Cecily Brown alla Galleria d’Arte Moderna, i Masbedo che portano alla Fondazione Merz un vero e proprio viaggio fatto a tappe che ripercorre i loro ultimi dodici anni di lavoro, David Ostrowski alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e l’avanguardia russa da Malevič a Rodčenko a Palazzo Chiablese solo per citarne alcune.

In giro per la città si sono già inaugurate esposizioni sulle principali gallerie torinesi: Biasutti&Biasutti mette in scena più di quindici delle opere specchianti di Michelangelo Pistoletto, oltre ad essere per il primo anno presente a Flashback dove ha portato sei artisti torinesi dell’800, un Pistoletto e altre opere d’arte povera. Alla Luce Gallery poco più lontano dal centro vengono esposte per la prima volta in Italia opere dell’artista americano Graham Collins, che crea opere costituite da cornici riciclate in cui vengono inserite tele grezze sovrastate da vetro “tinto”. La Galleria Norma Mangione espone opere del torinese Francesco Barocco (una recente intervista la potete trovare qui) che porta anche ad Artissima. Passando alla fotografia la galleria Photo&Contemporary espone la mostra Double Blind che vuole mettere in relazione l’opera con lo sguardo dello spettatore tramite due serie di lavori del fotografo milanese Silvio Wolf: gli apparentemente astratti Orizzonti e i materici semi-specchianti Shivah, presentati per la prima volta in Italia.

Luci d’artista è alla sua diciassettesima edizione e con la collaborazione di ATTS (Associazione Torinese Tram Storici) permette di vivere un vero e proprio sogno visitando la città nel buio della notte su un tram del ‘59 appartenente alla famosa Linea 7 di tram storici. Da questa prospettiva si vedono tutte le luci d’artista che trasformano la città in un museo d’arte a cielo aperto. Le installazioni, tutte realizzate da artisti di fama internazionale, hanno l’elemento della luce come mezzo di espressione e sono ormai un simbolo della città. In Via Po le sfere appese sono realizzate da Enrica Borghi interamente con materiali riciclati, polistirolo e bottiglie di plastica; in Via Roma, Carmelo Giammello ha realizzato un Planetario che permette di vedere le stelle nonostante l’inquinamento atmosferico. Alfredo Jaar ha realizzato Cultura=Capitale, in neon, davanti all’entrata della biblioteca e, in Via Micca, Pietro Casorati ha creato Volo su… uccelli stilizzati con fili luminosi che stanno a significare unità fra gli esseri viventi.

Per terminare si può dire che Torino abbia davvero dato il massimo questa volta e viste le visite, non solo a fiere e musei ma anche nei ristoranti, negozi e alberghi, è stata riscontrata una ricaduta di circa 10 milioni di euro sulla città.

Elena Scajoli Necchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...