CALA IL BUDGET PER LE ACQUISIZIONI, MA L’IMPEGNO DELLA FONDAZIONE PER L’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA CRT CONTINUA

Continua nell’edizione di Artissima 2014 l’impegno della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT nell’acquisizione di 5 opere degli artisti William Kentridge, Domenico Mangano, Orlow Uriel, Hans-Peter Feldmann e Edson Chagas a favore della GAM di Torino e del Castello di Rivoli, per un valore commerciale complessivo di 360.000 euro.

Un notevole calo rispetto all’anno precedente, quando erano state acquistate 11 opere per un valore totale di 600.000 euro. Il fatto è dovuto, come spiega Ilaria Menolascina, responsabile dell’Ufficio Organizzativo della fondazione, ad un’importante riduzione delle risorse economiche disponibili che ha inevitabilmente portato anche ad una parziale diminuzione del budget per le acquisizioni nella fiera torinese.

Nonostante le numerose difficoltà, la fondazione continua a sostenere Artissima, in quanto l’evento non solo permette di dare un contributo economico al progetto culturale, ma anche di supportare il sistema dell’arte contemporanea, in particolare quello piemontese. La ragion d’essere di una fondazione di origine bancaria è infatti l’impegno delle risorse a beneficio del territorio e dal 2009 si è provveduto a raggiungere questo obiettivo da una parte favorendo l’incontro e lo scambio dei rappresentanti delle istituzioni culturali, dei musei, delle fondazioni e dall’altra supportando specifiche iniziative di sistema (Artissima, Paratissima, The Others, Overture) e diversi progetti negli ambiti dell’educazione (Zonarte), della formazione (Resò), della fruizione e della comunicazione (Contemporary Art Torino Piemonte).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Altra importante azione è l’adesione, a partire dal 9 settembre 2014, al Google Art Project, un progetto a cui la fondazione partecipa con entusiasmo, consapevole delle opportunità di visibilità internazionale che questo strumento mette a favore del proprio progetto culturale e della propria collezione, contribuendo inoltre alla condivisone, promozione e tutela del patrimonio culturale e artistico attraverso Internet e la tecnologia.

Nel futuro l’obiettivo della fondazione, data anche la prospettiva di risorse economiche sempre più scarse, sarà quello di dare continuità a questi progetti, prediligendo ciò che già esiste e migliorandolo. “Oggi infatti – afferma Ilaria Menolascina – sappiamo che il know how c’è, gli addetti ai lavori hanno fatto esperienza, il sistema si è consolidato e sono nate nuove collaborazioni. Riteniamo dunque che riuscire a mantenere in vita quanto ottenuto sino ad oggi sia già da considerarsi come una scommessa vinta”.

Manuela Osti

Potete trovare l’articolo completo qui.

Ringraziamenti: Ilaria Menolascina, Responsabile Ufficio Organizzativo Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT

Foto della Fondazione: courtesy of Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...