FERNANDO BOTERO AD ART BASEL 2014

Questo slideshow richiede JavaScript.

Art Basel 2014 si conferma nuovamente una certezza per il mercato di Botero. Come nelle passate edizioni, anche quest’anno le vendite delle sue opere non hanno risentito della crisi.

Fernando Botero, “uno degli ultimi maestri moderni viventi”, come lo ha definito Timo Niemeyer, storico dell’arte presso la Galleria Gmurzynska di Zurigo, rimane un punto di riferimento fermo per i compratori e collezionisti che provengono oramai da tutto il mondo: non solo dal Sud America, dove è sempre stato molto apprezzato, ma anche dal Nord America e dall’Europa, con Spagna e Italia in testa. Ultimamente i Russi si stanno molto interessando a Botero, come sostiene la dott.ssa Francesca Tega dell’omonima Galleria di Milano. Anche il mercato arabo e asiatico, specialmente quello cinese, è molto attratto dall’Artista colombiano. Uno dei motivi, sostiene Silke Thomas, una delle direttrici della Galleria Thomas di Monaco di Baviera, è la sempre maggior propensione da parte dei compratori asiatici a viaggiare in Europa per vedere e frequentare le fiere d’arte, specie negli ultimi anni.

Il price range delle opere di Botero varia a seconda della tipologia delle sue creazioni: i dipinti e le sculture. Queste ultime si suddividono in tre categorie: dimensione da tavolo (60-70 cm), dimensione media (1 m circa) e dimensione monumentale (oltre il metro). Anche il materiale utilizzato incide molto sul prezzo.

Presso lo stand della Galleria Tega, “The family Bench” 2011, olio su tela (46×55 cm), era in vendita a 300.000 €, mentre il prezzo della scultura “Uccello” 2014, marmo bianco (40x40x25.5 cm), oscillava tra 500.000 e 600.000 €. Alla Galleria Gmurzynska il price range si aggirava intorno ai 600.000-1.500.000 $ e sono state vendute due opere, “A Party” 2012, olio su tela (183×151 cm) e la scultura “Ballerina” 2011, bronzo (43×55.5×39 cm). Il price range alla Galleria Thomas, per quanto riguarda le sculture della categoria “dimensione da tavolo”, era intorno ai 400.000-550.000 $, mentre i dipinti partivano da 500.000 $, per la dimensione media, fino a superare il 1.000.000 $ per le grandi dimensioni. Un’opera sola, la scultura “Man on a horse” 2005, bronzo (39x26x53 cm), è stata venduta ad un acquirente asiatico alla cifra di 550.000 $. Da ultimo, la Galleria Hopkins di Parigi presentava una scultura di Botero “Woman on a horse” 2013, marmo (63x43x27 cm), al prezzo di 510.000 €.

Potete trovare il report completo qui Fernando Botero ad Art Basel 2014

Emilio Nesler Cattaneo

Courtesy of Galleria Tega
Courtesy of Galerie Gmurzynska
Courtesy of Galerie Thomas
Courtesy of Galerie Hopkins

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...