Perché arte e management vanno di pari passo

Il mondo dell’arte è composto da numerosi attori istituzionali e privati, come musei, gallerie, case d’asta, fiere e fondazioni – giusto per citarne alcuni. Ognuno di questi soggetti prende parte alla valorizzazione culturale ed economica dell’arte, organizzando mostre, esposizioni, vendite e investimenti mirati. Per gestire al meglio delle strutture come quelle sopra elencate, è necessaria – o almeno auspicabile – la figura del manager, ovvero una persona che sia in grado di armonizzare i molteplici fattori che insieme determinano la buona riuscita di una mostra, di una fiera, e così via. Il management, infatti, altro non è che il coordinamento di tutti gli sforzi volti alla realizzazione di un obiettivo specifico nel modo più efficiente ed efficace, tenendo conto delle risorse umane, finanziarie e tecnologiche a disposizione. Perciò, per promuovere sia il valore culturale sia il valore economico dell’arte, ovvero due aspetti che al giorno d’oggi sono intimamente interconnessi, è sempre più indispensabile affiancare ad una profonda conoscenza artistica delle altrettanto accurate competenze manageriali.

 

One thought on “Perché arte e management vanno di pari passo

  1. Pingback: ELISA GIULIANA | Master economia e management dell'arte e dei beni culturali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...