Perché Arte e Management vanno di pari passo

È risaputo che il patrimonio culturale e artistico dell’Italia è unico al mondo, eppure vige ancora il pregiudizio che con la cultura e l’arte non si mangia o, per dirla alla latina, carmina non dant panem.

Siamo così schiacciati dal nostro passato e dalla nostra eredità culturale che sembra non esserci spazio per una visione moderna che sappia coniugare arte e management. La crisi economica attuale e la mancanza cronica di risorse da destinare ad un settore, spesso considerato a torto non abbastanza proficuo, costringerà la classe dirigente di questo paese a cercare nuove forme di finanziamento. Se finora l’intervento dei privati nell’arte e nella cultura è stato pressoché assente, oggi il Sistema-Italia deve saper sfruttare l’opportunità offertagli dalla crisi per incentivare l’ingresso dei capitali privati nell’unico vero settore che potrebbe diventare trainante per l’intera economia italiana, favorendo così una maggiore integrazione tra pubblico e privato.

Finché non si supererà il pregiudizio che carmina non dant panem, l’Italia non diventerà mai attraente e competitiva per chi vorrà investire nell’arte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...