RENAISSANCE: antico e contemporaneo si incontrano all’Espace Louis Vuitton.

RENAISSANCE è la seconda mostra ospitata all’interno dell’Espace Culturel Louis Vuitton, al terzo piano della Maison veneziana. Dopo Where Should Othello Go?, nella quale l’artista statunitense Tony Oursler (1957 -) si confrontava con una grande tela del veneziano Pompeo Marino Molmenti (1819 – 1894), la nuova mostra vede l’incontro fra uno dei maestri del ‘400 veneziano, Carpaccio e il video-maker Bill Viola.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Rinascita, cui fa riferimento il titolo della mostra, è molteplice: resurrezione religiosa, rinnovo spirituale, rinascita materiale delle opere antiche, che vengono restaurate con una sponsorizzazione della Maison Vuitton, ma anche rinnovo del significato delle stesse, dato che vengono poste in dialogo con dei lavori contemporanei che esprimono temi, interrogativi e preoccupazioni simili. Infatti, nonostante siano più di 500 gli anni che separano i lavori di Carpaccio da quelli di Bill Viola, entrambi affrontano il senso dell’esistenza, la paradossale prossimità fra la nascita e la morte, l’importanza del movimento e dell’espressione delle emozioni, la sospensione del tempo, la vibrazione del colore.

Le opere del Carpaccio, Madonna con Bambino e Pietà, rispettivamente del 1487 e del 1490, sono entrambe di recente attribuzione.
La Madonna con Bambino, in particolare, era stata catalogata nel 1957 come opera di un pittore veneziano del XVI secolo, seguace di Giovanni Bellini. Durante il restauro del 2012 (finanziamento Fond. Mu.Ve. e Regione del Veneto), si è scoperto che alcune ridipinture sul davanzale in primo piano celavano la firma originale dell’artista, VETOR[E] SCHARPACO OPV[S], leggera evoluzione rispetto al cognome originale, Scarpazza.

Carpaccio, Madonna Con Bambino, 1487

Carpaccio, Madonna Con Bambino, 1487

La Pietà, restaurata nel 2013 grazie ad un finanziamento Louis Vuitton, è un lavoro giovanile del Carpaccio, realizzato all’età di circa 25 anni, che, nonostante la grande concezione teologica dell’immagine sacra, sorprende e coinvolge emotivamente.

Carpaccio, Pietà, 1490

Carpaccio, Pietà, 1490

Eternal Return, il video associato alla Madonna con Bambino, è un’opera del 2000 che “descrive una transizione fra due mondi – il mondo esterno dell’esperienza di tutti i giorni e il mondo interno della mente e del cuore, con le nostre emozioni, i nostri sogni, i desideri e le illusioni. Anche la nascita e la morte non sono mai lontane. La distanza fra la nascita e la morte è solo un istante nel tempo, un istante che si ripete in continuazione come un eco e che risuona nell’universo per l’eternità.”

In Emergence (2002) invece, ” ho cercato di esprimere l’idea che quando pensiamo che tutto sia vuoto e perduto, la figura di Cristo, o qualcuno come Lui, si solleva e sembra ascendere al cielo, ma di fatto torna volontariamente sulla terra per aiutare e alleviare le sofferenze degli esseri umani e di tutte le creature.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...