Still the same place. Venezia Praga Bratislava.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Di nuovo insieme, Repubblica Ceca e Repubblica Slovacca condividono il Padiglione alla 55ma Esposizione della Biennale di Venezia, inaugurata il 29 maggio scorso.

“Still the same place” è il nome della mostra, i cui protagonisti sono gli artisti Petra Feriancova (slovacca) e Zbynek Baladran (ceco), con la curatela di Marek Pokorny.

La prima è di origine slovacca, ha 33 anni ed ha completato la sua formazione all’Accademia di Belle Arti di Roma. Ha portato alla Biennale l’opera site specific “Order of Things II”.

Una istallazione composita, fortemente concettuale, realizzata a partire da una riflessione storico-antropologica nonché sociologica su Venezia, con un focus ed una spinta personale, che muove dai suoi sentimenti, rielaborati, percepiti ed interpretati.

L’opera in mostra è un insieme composito ma armonico, sensato, una installazione contornata dalla fotografia, dalla pittura e dalla scultura.

Petra Feriancova ha dichiarato infatti che “La pittura rimane per me il più forte, ma non l’unico mezzo di espressione». Orientamento che la stessa propone in quasi tutte le sue opere.

Il mercato dell’arte comincia a riconoscere l’artista, le cui quotazioni salgono a 25.000,00 euro per quanto concerne le installazioni, mentre le sue stampe arrivano ai 2.000,00 euro, per poi aumentare con la pittura.

Zbynek Baladran, artista ceco, dialoga con la compagna di stanza,sviluppando sulla relazione tra una mappa mentale di Venezia e il contesto della Città stessa contestualizzata nell’evento Biennale concentrandosi sulla video arte con il filmato “ Liberation or Alternatively” per rappresentare contestualmente il suo pensiero e la sua memoria.

Particolarmente apprezzato, porta avanti una ricerca introspettiva, esaltando tuttavia al tempo stesso le sue idee, le sue emozioni.

Balandran, ancor prima della Biennale di Venezia, ha visto un aumento delle sue quotazioni a seguito della vincita dell’ Audi Art Award 2013.

In tal occasione hanno detto di lui “He’s a poet, he’s a philosopher, he’s a painter, he’s a filmmaker”.

Si parla di un price range compreso tra i 2.000,00 euro per arrivare ai 19.000,00 euro per le opere video.

Elisabetta Chiono
Le immagini sono di dominio google.it e http://moussemagazine.it/55vb-czechoslovak-pavilion/

One thought on “Still the same place. Venezia Praga Bratislava.

  1. Pingback: BIENNALE 2013 | Master economia e management dell'arte e dei beni culturali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...