Art Basel 2013: le gallerie italiane emergenti

Alla 44a edizione di Art Basel hanno aderito due nuove gallerie italiane: Vistamare – Benedetta Spaletti SAS di Pescara e Federico Vavassori di Milano, rispettivamente nelle sezioni Feature e Statement.

Partecipare ad una fiera internazionale come quella di Basilea permette ad una galleria di confrontarsi con il mercato internazionale, di comprendere le tendenze del settore e di stabilire nuovi contatti ampliando il proprio network. “Art Basel è una fiera di grande prestigio che porta la galleria a creare un legame con un pubblico esperto e selezionato” queste sono le ragioni che hanno portato Benedetta Spaletti di Vistamare a prendere parte all’evento. Se molte gallerie, come quella di Pescara, presentano la domanda di ammissione a diverse edizioni prima di essere ammesse, al contrario il progetto di Federico Vavassori, promettente galleria milanese nata nel 2011, è stato tra quelli prescelti per la sezione Statement sin dalla prima domanda di candidatura. Il giovanissimo gallerista Vavassori sottolinea come l’adesione all’iniziativa gli abbia consentito di ampliare in modo significativo la rete dei suoi contatti: “Ho deciso di partecipare ad Art Basel non tanto con il fine di vendere le opere esposte quanto perché si tratta di un’occasione di prestigio che permette di far conoscere la galleria a collezionisti internazionali”.

Lo stand di Federico Vavassori in Statement, sezione dedicata ai lavori di gallerie ed artisti emergenti, ha presentato le opere dell’americano Greg Parma Smith il cui price range è di 15 mila 16 mila dollari. Si tratta di una scelta per nulla scontata. Questi lavori hanno una forte matrice figurativa e non rappresentano forse a pieno la galleria milanese che di solito lavora principalmente con artisti astratti. Inoltre, in Unlimited, la parte di Art Basel appositamente creata per i lavori di grandi dimensioni, Vavassori ha esposto “Lang Gezogenes Bild” di Emil Michal Klein. Il prezzo della suggestiva opera di Klein è di 30 mila euro. Importante è sottolineare che questa tela, pur non essendo ancora stata venduta, è al centro di una trattativa con un museo statunitense. I musei tendono infatti sempre meno ad acquistare, a causa della grave situazione economica in cui si trovano, anche in occasione di fiere di respiro internazionale.

ARTBASEL2013_MEG_13_136_Vavassori

Completamente diverso è stato il criterio che Vistamare ha utilizzato per la scelta degli artisti da esporre all’interno di Feature. La galleria fondata nel 2001 da Benedetta Spaletti ha indagato infatti la tematica della scrittura attraverso i lavori di Pedro Barateiro, Bethan Huws e Joseph Kosuth. “Tutti e tre gli artisti hanno riscosso un notevole successo ma sono particolarmente contenta dei risultati raggiunti da Barateiro la cui opera “Finally” è stata venduta ad un museo di Istanbul per 12 mila euro”. Sono stati inoltre acquistati da un collezionista privato due dei tre lavori di Bethan Huws dal titolo “Untiled”, il cui price range varia dai 10 mila ai 20 mila euro.

Vistamare-Pescara-480x319

Le due gallerie italiane emergenti sono pienamente soddisfatte della loro partecipazione ad Art Basel ed hanno evidenziato quanto il pubblico presente fosse competente, selezionato, attento e con elevate possibilità di spesa. Inoltre la presenza in fiera ha offerto a Federico Vavassori e Vistamare la preziosa opportunità di aprirsi maggiormente verso l’esterno attraverso rapporti diretti e scambi reciproci con collezionisti e musei internazionali e di confrontarsi con le tendenze del mercato e le proposte delle altre gallerie.

Il prossimo anno entrambe le gallerie presenteranno nuovamente la candidatura per partecipare alla fiera sperando di essere ancora una volta selezionate. Federico Vavassori e Vistamare guardano infatti già al futuro e si pongono come obiettivo principale quello di essere inserite, in occasione della 45a edizione, all’interno della sezione Galleries insieme alle gallerie italiane ed internazionali più affermate e conosciute a livello mondiale.

(Irene Brustia)

(C) http://www.artbasel.com
(c) http://www.artribune.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...