Perchè arte e management vanno di pari passo: Enrica Piacentino

Due mondi in antitesi, nemici storici in bilico tra rigore ed emozione, regole ed intelletto.

L’ economia, razionale, e l’ arte, romantica e passionale, per troppo tempo non si sono mai incontrate. Finchè se ne è scoperta la misura del processo, apparentemente considerata un mero e triste appiattimento dell’ eccellenza estetica.

Penso all’ arte, per natura disinteressata in quanto concetto astratto dell’ art for art’ s sake, e percepisco quanto essa stia oggi diventando input di conoscenza innovativa per un mercato in cui l’ immateriale è valore economico e il capitale culturale diventa anche capitale economico.

La diffidenza degli intellettuali verso un management/accountability dell’ arte e della cultura ne ha per secoli evidenziato un’ apparente impermeabilità. Anche Joseph Conrad (1857-1924), a tal proposito (e a suo tempo) scriveva: “Come faccio a far capire a mia moglie che mentro guardo dalla finestra sto lavorando?”.

Mi piace pensare che la rivoluzione sia, però, in corso; quasi a testimoniare sempre di più una necessaria convergenza, oltre che un utile ibridamento, dei due comparti. Anche il settore artistico- culturale pare finalmente aver ben compreso che fattori competitivi e deterministici, come pure le norme e le procedure, non rappresentano condizioni negative dell’ espressione artistica ma, piuttosto, ne incentivano una più diffusa fruizione.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...